Resta anche domani – Recensione

Resta anche domani – Recensione

Il racconto di un amore capace di oltrepassare i confini della realtà

(If I Stay) Regia: R.J. Cutler – Cast: Chloe Grace Moretz, Mireille Enos, Liana Liberato, Lauren Lee Smith, Jamie Blackley – Genere: Drammatico, colore, 106 minuti – Produzione: USA, 2014 – Data di uscita: 18 settembre 2014.

RestaAncheDomaniPosterITAMia Hall non è una ragazza come tutte le altre: è una liceale solitaria, che dedica tutto il suo tempo allo studio del violoncello. La sua è una passione travolgente, che la fa sentire un po’ a disagio, soprattutto nella sua famiglia, dove il padre ex batterista e la madre ex groupie hanno cercato in tutti i modi di farla appassionare alla musica punk e rock. Anche suo fratello, nonostante la giovane età, dimostra già il suo interesse per quel genere di musica. Dietro l’angolo però c’è Adam, frontman di una giovane band in ascesa, che le sconvolgerà la vita. L’amore travolge Mia e Adam inaspettatamente, ma le loro vite sembrano dover prendere strade differenti. Nel momento in cui Mia deve decidere se seguire la sua passione per il violoncello, andando alla Julliard, o rimanere accanto ad Adam, il destino fa la sua mossa: un incidente d’auto sconvolge completamente la sua vita. A quel punto Mia, in bilico tra la vita e la morte, dovrà prendere una decisione che potrebbe cambiare il suo stesso destino.

Tratto dal bestseller di Gayle Forman, “Resta anche domani” è un film che colpisce al cuore. Alternando momenti divertenti, fatti di battute e sketch tipici di una famiglia spensierata, ad attimi di grande intensità, il film coinvolge completamente e non annoia mai.

Chloë Moretz (Mia) si cala perfettamente nei panni della giovane protagonista e dimostra tutta la sua bravura soprattutto nelle scene più drammatiche. Jamie Blackley sembra essere a suo agio nel ruolo del tenebroso ma tenero cantante rock e la sintonia tra i due giovani protagonisti rende la coppia capace di conquistare fin da subito.

I genitori di Mia, interpretati da Mireille Enos e Joshua Leonard, sono i genitori che tutti gli adolescenti vorrebbero avere, simpatici e del tutto fuori dalla norma, e i due attori risultano assolutamente credibili nel ricoprire questo ruolo.

Il film, la cui vicenda oscilla tra due mondi, quello reale e quello sovrannaturale, è costruito grazie ad una serie di flashback, nei quali siamo guidati dalla voce della stessa protagonista. L’utilizzo di questi salti temporali , tuttavia, non presenta per lo spettatore un elemento di distrazione: la storia risulta del tutto comprensibile e ricostruire l’andamento cronologico degli eventi non è per nulla difficile.

Il tema fondamentale di “Resta anche domani” è l’amore, la sua potenza e le diverse sfaccettature che esso presenta: l’amore romantico, l’amore per la propria famiglia, l’amore di un nonno per la nipote, l’amore fraterno, l’amore di una figlia per i genitori. Sarà l’amore a salvare Mia, a riportarla indietro, a guidarla in quella scelta che cambierà profondamente la sua vita.

Un film capace di coinvolgere tutti, di toccare le corde del cuore di ognuno di noi, per motivi diversi e personali. Riconoscersi nella Mia travolta dal suo primo amore, o profondamente commossa nel vedere quanto la sua famiglia, soprattutto il nonno, tenga a lei, non sarà difficile per lo spettatore.

“Resta anche domani”, che ha conquistato il podio del box office americano per tre settimane consecutive, uscirà nelle sale italiane il 18 settembre.

Margherita Mustari

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *