Quartet

Quartet Recensione: La tranquilla vita di una casa di riposo per anziani musicisti e cantanti d’opera, situata nella campagna londinese, viene messa a dura prova dall’arrivo di Jean Horton, ex componente di un quartetto di canto, che aveva però scelto di intraprendere la carriera di solista

quartet 1
A Beecham House l’atmosfera ferve: si è diffusa la voce che la residenza per musicisti e cantanti lirici in pensione presto accoglierà una diva famosa. Per Reggie (Tom Courtenay), Wilf (Billy Connolly) e Cissy (Pauline Collins) è un vero shock quando scoprono che la nuova arrivata è proprio l’ex componente del loro quartetto di canto, Jean Horton (Maggie Smith), tra l’altro ex moglie (anche se per poco) di Reggie.

Questi i presupposti di "Quartet" primo lavoro da regista del meraviglioso Dustin Hoffman che, dopo cinquant’anni, passati davanti alla macchina da presa, si mette alla prova esordendo come regista, in un lavoro basato sulla pièce teatrale "Quartet" di Ronald Harwood, in cui i temi delle tensioni e delle angosce dell’invecchiamento e della passione per la musica sono al centro della storia.

È un vero e proprio elegante omaggio all’opera lirica e alla terza età "Quartet", dove un gruppo di persone dimostra di avere ancora tanto da dare alla vita; il cast è davvero ben assortito: l’istrionico Wilf è pieno di quell’entusiasmo giovanile tipico di chi non si rassegna al passare del tempo, il serioso Reggie è l’espressione di chi non si è invece mai rassegnato per la fine di un amore e la distratta Cissy è la simpatica nonna che tutti vorrebbero avere.

Citazione a parte per l’altera Jean, cui una grande Maggie Smith (già premio Oscar per "California Suite" e "La strana voglia di Jean") dona un’aurea da star, rassegnata e avvilita dal passare del tempo.

Come prima opera da regista, Dustin Hoffman non delude, anche se a tratti il film risulta lento, risollevato sempre e comunque dalle battute e dall’ironia del bravo Wilf (Bill Connolly), vero e proprio ‘asse portante’ di tutta l’opera.

Salvatore Cusimano

  • Regia: Dustin Hoffman
  • Cast: Maggie Smith, Albert Finney, Tom Courtenay, Billy Connolly, Pauline Collins, Sheridan Smith, Michael Gambon, Jumayn Hunter, Luke Newberry, Trevor Peacock, David Ryall, Michael Volpe, Eline Powell, Sarah Crowden, Denis Khoroshko, Shola Adewusi, Kent Olesen, Patricia Loveland, Dame Gwyneth Jones, Colin Bradbury
  • Genere: Commedia, colore
  • Durata: 98 minuti
  • Produzione: Gran Bretagna, 2012
  • Distribuzione: Bim
  • Data di uscita: 24 gennaio 2013

quartet"Quartet" è il film con cui Dustin Hoffman esordisce alla regia.

La Beecham House è una casa di riposo per artisti, che tra gli altri, ospita i cantanti d'opera Cecily, Reggie e Wilfred, che si preparano ad organizzare il concerto annuale in occasione del compleanno di Giuseppe Verdi. A rompere questo equilibrio della casa di riposo però, arriva Jean, ex moglie di Reggie che si crede ancora una diva ma che si rifiuta di cantare.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *