Qualcosa di straordinario – Recensione

Avventura, ecologia e buoni sentimenti in questo film ispirato ad una storia realmente accaduta

(Big Miracle) Regia: Ken Kwapis – Cast: Kristen Bell, Drew Barrymore, John Krasinski, Vinessa Shaw, Ted Danson, Tim Blake Nelson, Michael Gaston, Mark Ivanir, Gregory Jbara, Stefan Kapicic, Stephen Root, Dermot Mulroney – Genere: Commedia, colore, 107 minuti – Produzione: USA, 2012 – Distribuzione: Universal Pictures – Data di uscita: 24 febbraio 2012.

qualcosadistraordinariolocKen Kwapis porta sullo schermo una storia vera, accaduta nel 1988 tra i ghiacci dell’Artico, dove tre balene rimasero bloccate per il precoce ghiacciarsi delle acque, che gli impediva il consueto ritorno verso i caldi mari californiani.

La vicenda viene casualmente scoperta da un reporter locale e, nonostante la mancanza di cellulari e web, la notizia rimbalza in tutto il mondo, tenendo gli Stati Uniti col fiato sospeso per la sorte dei poveri animali, così grandi e così incredibilmente indifesi e bisognosi d’aiuto.

Ad impersonare l’attivista di Greenpeace che si spese per la sopravvivenza dei mammiferi intrappolati è una solare Drew Barrymore, che fa scintille in coppia con John Krasinski, che a sua volta dà il volto al reporter.

La vita di queste balene assunse un’importanza politica tale per il governo Reagan, da determinare, in piena Guerra Fredda, un momento di disgelo tra Russia e Stati Uniti.

Tante le persone coinvolte in questo salvataggio, Kwapis non ha potuto dare un volto a tutte, ma non mancano i tratti salienti dei protagonisti, alcuni accorpati in un unico personaggio per linearità narrativa.

Il regista di “La verità e che non gli piaci abbastanza” ha voluto con sé tante professionalità, che hanno collaborato in questa fortunata pellicola anche sui ghiacci polari. È anche grazie a queste sinergie che riesce a raccontare questo drammatico fatto reale con brio, riuscendo a tenere lo spettatore col fiato sospeso, commuovendo e al contempo divertendo, senza disdegnare di mettere a fuoco i protagonisti, i loro ideali, le loro aspirazioni.

Importante nelle vicende narrate il ruolo dei media, che danno al regista la possibilità di mostrare i diversi modi del fare cronaca.

Maria Grazia Bosu

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *