Paddington – Recensione

Paddington – Recensione

Arriva sul grande schermo uno dei personaggi più famosi della letteratura per l’infanzia

Regia: Paul King – Cast: Nicole Kidman, Ben Whishaw, Peter Capaldi, Julie Walters, Sally Hawkins, Jim Broadbent, Hugh Bonneville, Matt Lucas, Samuel Joslin – Genere: Commedia, colore, 97 minuti – Produzione: Gran Bretagna, Francia, Canada, 2014 – Distribuzione: Eagle Pictures – Data di uscita: 25 dicembre 2014.

paddington-poster“Per favore prendetevi cura di quest’orso. Grazie”, così recita il cartellino che la zia del piccolo orsetto protagonista di “Paddington” gli ha messo al collo prima di spedirlo dal Perù fino a Londra. Dopo il brusco incontro con una città un po’ diversa da come l’aveva immaginata studiandola sui libri che un esploratore inglese aveva regalato agli zii, la bestiolina viene raccolta dalla famiglia Brown che, ispirandosi alla stazione ferroviaria in cui viene trovato, gli dà nome “Paddington”. La nuova vita con i Brown sarà per Paddington, almeno all’inizio, assai problematica, ma i veri guai arriveranno quando entrerà in scena qualcuno che, in qualche modo, sembra avere un conto in sospeso con lui.

Sulla complessità dell’inserimento in una nuova famiglia e sull’integrazione in una civiltà del tutto avulsa a un orso parlante peruviano, si sviluppa dunque una commedia molto piacevole, capace di coinvolgere i più piccoli attraverso le disavventure del protagonista, e di divertire i più grandi con lo humor, a tratti anche sottile, che è cucito addosso a quasi tutti i personaggi.

La regia di Paul King ha poi un taglio stilistico molto gradevole; nel raccontare la famiglia Brown e nel caratterizzarne i componenti il regista sembrerebbe essere andato a scuola da Andersen, riuscendo a mutuare da quest’ultimo quell’inconfondibile stile narrativo ‘ovattato’ e avvolgente. Non manca neanche nel film uno spunto di riflessine molto attuale che è quello sulla condizione del migrante,costretto a lasciare il proprio paese e sulla conseguente capacità, o incapacità, di accoglierlo da parte del suo prossimo.

“Paddington” ha dunque tutte le carte in regola per essere il film di Natale che unisce tutta la famiglia. Probabilmente grazie a questo titolo proseguirà sul grande schermo quella scia di successo che si porta dietro il simpatico orsetto dai tempi in cui le sue avventure riempivano i racconti per bambini, partoriti dalla penna di Michael Bond.

Claudio Di Paola

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *