Ma tu di che segno 6? – Recensione

Ma tu di che segno 6? – Recensione

Il ritorno, a suon di oroscopo, del cinepanettone di Neri Parenti e dei Vanzina

Regia: Neri Parenti – Cast: Massimo Boldi, Gigi Proietti, Vincenzo Salemme, Ricky Memphis, Pio & Amedeo – Genere: Commedia, colore, 99 minuti – Produzione: Italia – Distribuzione: Key Film – Data di uscita: 11 dicembre 2014.

matudichesegno6locLa quarta parola più cliccata sui motori di ricerca, dopo Papa Bergoglio, il Meteo e Youtube è proprio oroscopo. I giornali, la radio, la televisione, gli SMS, gli MMS, internet, addirittura i cioccolatini ci bombardano ventiquattrore su ventiquattro con le previsioni astrali. Come reagiscono gli italiani a questo fenomeno mediatico che comunque, anche se non li coinvolge, sta loro intorno, li sfiora e li condiziona? È quello che si racconta in “Ma tu di che segno 6?”.

Ritorna puntuale l’appuntamento con i film di Natale che il mondo non ci invidia. Quest’anno il cinepanettone di Neri Parenti, autore anche della sceneggiatura insieme ai fratelli Vanzina, ha un cast davvero molto ricco a partire da Massimo Boldi, Gigi Proietti e Vicenzo Salemme fino a Ricky Memphis e Pio & Amedeo. Il tema della pellicola è quello dell’oroscopo a cui i vari personaggi, con qualche eccezione, si affidano in maniera ceca e incontrollata lasciando che siano le previsioni dell’astrologo di fiducia a determinare le scelte della propria vita.

Se il personaggio di Gigi Proietti, avvocato cartesiano convinto e oppositore dell’astrologia, affronta le insidie di una giornata con i pianeti in opposizione, il commesso del negozio di elettronica Ricky Memphis, lascia che sia il segno zodiacale a determinare chi sia la sua compagna più adatta e quella da evitare. Ai loro si alternano gli episodi riguardanti Vincenzo Salemme, Maresciallo dei Carabinieri del segno del Toro, gelosissimo nei confronti della figlia diciassettenne, e Amadeo, che tenta di conquistare la nuova vicina di casa falsificando l’oroscopo del suo amico astrologo Pio.

Il nuovo film natalizio di quest’anno cerca di mettere più frecce possibili nel suo arco ricorrendo ad un cast in cui non mancano i volti più popolari del cinema e della televisione dei nostri giorni. Oltre a ciò gli ingredienti sono i soliti, comicità demenziale, parolacce, gag già viste e attori incastonati nei loro soliti ruoli. Di novità ce ne sono poche dunque, se non che si ritorna ad un filone con un umorismo ancor peggiore, adatto al pubblico che vede il cinema come luogo senza pretese in cui spegnere il cervello.

Probabilmente si sarebbe potuto tentare di lasciare almeno più spazio all’inventiva di Gigi Proietti e Vincenzo Salemme che, nonostante il loro incredibile sforzo, non riescono a salvare il film dalla banale e prevedibile direzione verso la stazione della mediocrità, colpevole una sceneggiatura del tutto priva di idee e originalità. Rattrista anche Massimo Boldi che recita in un ruolo macchiettistico che appare come l’ombra sbiadita dei successi passati.

“Ma tu di che segno 6?” è la pellicola con cui il trio composto da Parenti e i fratelli Vanzina tenta la conquista del botteghino festivo del 2014, confezionando però un prodotto capace di deludere il grande pubblico e persino gli accaniti del cinepanettone che, per loro fortuna, avranno delle degne alternative in programmazione a cui rivolgersi. Da evitare, dunque, anche se ve lo consiglia l’oroscopo.

Miriam Reale

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.