La Festa prima delle feste

La festa prima delle feste - Recensione: un film perfettamente natalizio

La festa prima delle feste

“La festa prima delle feste” è una produzione Universal estremamente ben confezionata, perfetta per il periodo delle feste, una commedia natalizia brillante, diretta a quattro mani da Josh Gordon e Will Speck con un cast molto ben costruito.

Una storia corale dove tutti personaggi hanno un ruolo importante: sotto le festività di Natale in una azienda informatica americana ci si prepara al party di fine anno quando, d’un tratto, piomba dal nulla l’ambiziosa Ceo Carol/Jennifer Aniston che minaccia tagli sull’organico per evitarne la chiusura.

Il più sensibile fratello Clay/T.J. Miller e il suo responsabile tecnico capo/Jason Bateman cercheranno di salvare il salvabile, trovando un modo per catturare un cliente importante.
I nostri eroi organizzeranno un party epocale che avrà risvolti a dir poco paradossali.

La festa prima delle feste: Jennifer Aniston come non mai

A Hollywood sotto Natale parte la carica delle commedie politicamente scorrette ma non troppo. E’ totalmente su questa linea “La festa prima delle feste” che vede come personaggi principali Jason Bateman, Jennifer Aniston e T.J. Miller a capo di un’allegra brigata che ne fa di tutti colori.

Si capisce subito che l’arrivo di Carol in tacchi 12 nell’azienda di famiglia promette male: lei è tutto cervello e numeri, agli antipodi del fratello Clay che considera il suo staff come una grande famiglia.

Il party natalizio che potrebbe essere l’ultimo, è di quelli che un anglosassone definirebbe “massive”, festa che, ovviamente, sfuggirà di mano a tutti.

"La festa prima delle feste" scorre che è una bellezza: i personaggi, anche quelli apparentemente minori, si delineano nel corso della narrazione.
Clay potrebbe essere il Bad Santa sballato per definizione, un Lapo Helkan made in Usa, mentre Carol, la sua antagonista perfetta, evolve nel corso del film, fino a diventare suo malgrado complice del fratello.
Sembrano passati secoli da quando la Aniston era la Rachel di “Friends” e il tocco di sana cattiveria datole in questo film le dona una marcia in più.
Un montaggio veloce e una colonna sonora azzeccata completano il quadro.

In buona sostanza, “La festa prima delle feste” è sì un film leggero ma estremante godibile nella sua freschezza ed evanescenza.

Marco Marchetti

  • Titolo originale: Office Christmas
  • Regia: Josh Gordon, Will Speck
  • Cast: Kate McKinnon, Olivia Munn, Jennifer Aniston, Jamie Chung, Jason Bateman, T.J. Miller, Abbey Lee, Courtney B. Vance, Matt Walsh, Jillian Bell, Rob Corddry, Randall Park, Oliver Cooper
  • Genere: Commedia, Colore
  • Produzione: USA, 2016
  • Distribuzione: Universal Video
  • Data di uscita: 07 Dicembre 2016

La Festa prima delle FesteL'affascinante Jennifer Aniston, interpreta i panni di un amministratore delegato che cerca di far chiudere la filiale del fratello scapestrato (interpretato da T.J. Miller).

Costui, tuttavia, cercherà, in tutti i modi, di evitare la chiusura della propria azienda, arrivando addirittura a radunare tutti i colleghi della filiale per organizzare una festa di Natale unica nel suo genere.

Il suo scopo è quello fare colpo su un potenziale cliente, concludendo una vendita che permetterebbe di sventare il piano del fratello e mantenere i posti di lavoro.

L’idea è ottima ma la realizzazione non è così semplice e, in breve tempo, una festa di Natale in un ufficio si trasforma in un incubo.

 

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *