Julie & Julia – Recensione

Julie & Julia – Recensione

Due donne amanti della cucina, due pioniere della gastronomia, due generazioni a confronto nella nuova commedia di Nora Ephron

Regia: Nora Ephron – Cast: Meryl Streep, Amy Adams, Stanley Tucci, Chris Messina, Linda Edmond, Mary Lynn Rajskub, Jane Lynch, Frances Sternhagen, Helen Carey, Joan Juliet Buck, Crystal Noelle, George Bartenieff, Andrew Garman, Dave Annable, Marceline Hugot, Vanessa Ferlito, Lindsay Felton, Catherine Haena Kim, Casey Wilson, Jillian Bach, Deborah Rush – Genere: Commedia, 123 minuti, colore – Produzione: USA, 2009 – Distribuzione: Sony Pictures Releasing Italia – Data di uscita: 23 ottobre 2009.

julie&juliaJulie e Julia sono due donne che vivono la loro grande passione per il cibo a distanza di cinquanta anni l’una dall’altra: entrambe figlie del loro tempo ma anche all’avanguardia in ambiti ancora poco esplorati. Julia Child (Meryl Streep) si trasferisce in Francia nel 1948 al seguito del marito che lavora per i servizi segreti americani.

Da una casalinga del secondo dopoguerra ci si aspetterebbe che trascorra il proprio tempo in una nazione straniera studiandone la lingua oppure frequentando corsi di cucito, invece Julia si iscrive alla celebre scuola di cucina Cordon Bleu e trasforma il suo amore per il cibo in una vera e propria professione.

Julie Powell (Amy Adams) vive nel Queens dopo gli attentati dell’11 settembre 2001 e, alla soglia dei 30 anni, si sente insoddisfatta della sua posizione. Decide perciò di trascorrere un anno intero cucinando le 524 ricette presenti nel libro di Julia Child (che ammira) e di narrare la sua esperienza in un blog. Julia e Julie sono entrambe pioniere: Julia è la prima a rendere popolare negli Stati Uniti la cucina francese e si afferma negli anni ’50 non solo come scrittrice di libri gastronomici ma anche come conduttrice di programmi tv dedicati all’argomento.

Julie è invece una delle prime donne a creare un blog e ad intrattenere così un rapporto quotidiano con il suo pubblico. A Nora Ephron interessava raccontare proprio le due storie vere di queste cuoche, molto note negli USA, che realizzano i loro sogni senza trascurare i loro ménage familiari bensì contando sull’appoggio dei mariti. La regista è anche autrice della sceneggiatura di “Julie & Julia” basata sulle biografie della Child e della Powell.

Ne risulta un film divertente, a tratti commovente, dotato di un sottile umorismo che, tuttavia, non entusiasma come alcune precedenti commedie della Ephron, quali “Harry ti presento Sally” o “C’è posta per te”. Come non esaltare invece l’interpretazione di Meryl Streep, sempre unica ed insuperabile nell’immedesimarsi nei ruoli che le vengono offerti.

Il film andrebbe visto in lingua originale per poter apprezzare persino il tono di voce dell’attrice, quasi identico a quello originale della Child. La Streep forma qui un ottimo connubio con il collega Stanley Tucci, che interpreta Paul, il marito di Julia Child: avevamo già ammirato questa coppia artistica ne “Il diavolo veste Prada”. Tucci, normalmente in ruoli da spalla nelle commedie americane, ha la capacità di impreziosirne la trama con la sua ironia ed espressività. Buona anche la prova di Amy Adams, già vista accanto alla Streep ne “Il dubbio”. Entrambe le attrici riescono nell’intento che si era prefissa la regista: esprimere la passione per il cibo, la vita e l’amore di queste due donne americane distanti tra loro solo cronologicamente.

Domenica Quartuccio

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *