Hugo Cabret – Recensione

Hugo Cabret – Recensione

Scorsese ci regala un favola in 3D che emoziona grandi e piccini rendendo omaggio al “padre” del cinema fantastico

Regia: Martin Scorsese – Cast: Chloe Moretz, Asa Butterfield, Sacha Baron Cohen, Ben Kingsley, Jude Law, Ray Winstone, Christopher Lee, Helen McCrory, Frances de la Tour, Richard Griffiths, Mathieu Amalric, Emily Mortimer, Michael Stuhlbarg, Angus Barnett, Ben Addis, Shaun Aylward – Genere: Animazione, colore, 125 minuti – Produzione: USA, 2011 – Distribuzione: 01 Distribution – Data di uscita: 16 dicembre 2011.

hugocabret-locC’era grande attesa per vedere come uno dei più grandi registi viventi, Martin Scorsese, si sarebbe approcciato al 3D, tecnologia che superate ormai le diffidenze iniziali sembra ormai essere diventata una freccia in più per l’arco di chiunque faccia cinema e non solo un espediente visivo da luna park.

E Scorsese ancora una volta ha dimostrato come la sua capacità di trasmettere suggestioni e raccontare cinema possa travalicare tempi e generi. Alla prima esperienza di fronte ad una storia per ragazzi (tratta da un romanzo di Brian Selznick) costruisce una storia che, come un buon film per ragazzi deve fare, emoziona e commuove, ma al tempo stesso omaggia il Cinema stesso e la sua capacità di creare magiche illusioni, attraverso la leggendaria figura di George Meliès, magnificamente interpretato da Ben Kingsley.

La storia vede un bambino, Hugo Cabret, che rimasto orfano vive nella stazione dei treni di Parigi, rubacchiando e aggiustando orologi. La sua vita cambierà quando incontra un una strana coetanea ed il suo burbero padre che gestisce un negozio di giocattoli. Avventure e pericoli lo attendono, fino al dovuto happy end.

Il probabile trionfo degli Academy Awards 2012 Scorsese dovrà comunque condividerlo con i suoi collaboratori di sempre: Howard Shore e le sue musiche, forse leggermente invasive ma comunque funzionali alla emotività del racconto; Thelma Shoonmaker ed il suo inimitabile montaggio, oltre alla consueta coppia di scenografi, Dante Ferretti e Francesca Loschiavo, che, come è successo spesso, saranno gli unici portabandiera dell’Italia nella prossima notte degli Oscar.

Massimiliano Ponzi

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *