Fiore del deserto

  • Titolo originale: Desert Flower
  • Regia: Sherry Hormann
  • Cast: Soraya Omar-Scego, Idriss Abdillahi Houfaneh, Awa Saïd Darar, Roun Daher Aïnan, Osman Aden Dalieg, Liya Kebede, Sally Hawkins, Juliet Stevenson, Craig Parkinson, Meera Syal, Anthony Mackie, Timothy Spall
  • Genere: Drammatico, colore
  • Durata: 120 minuti
  • Produzione: Gran Bretagna, Germania, Austria, Francia, 2009
  • Distribuzione: Ahora!
  • Data di uscita: 14 Aprile 2016

fiore del deserto"Fiore del deserto": ispirata ad una storia vera, la pellicola della regista Sherry Hormann illustra con precisione storica la vicenda che ha avuto protagonista Waris Dirie, che da nomade costretta a continue mutilazioni fin dalla più giovane età riesce a fuggire dal mondo che la teneva prigioniera e a diventare una donna di successo con le proprie forze.

Waris Dirie, protagonista di "Fiore del deserto" nasce intorno al 1965 in Somalia in una famiglia di nomadi con dodici figli. Fin dalla più tenera età è costretta a subire la barbarica procedura dell'infibulazione (l'infibulazione è una mutilazione genitale femminile che consiste nell'asportazione di buona parte dell'organo riproduttivo, lasciando solamente un foro per permettere la fuoriuscita dell'urina e del sangue mestruale); a quindici anni però decide di fuggire per sottrarsi al matrimonio combinato con un uomo di sessant'anni.

Da questo momento in poi Waris prende in mano la sua vita: scappa e si rifugia per qualche tempo a Mogadiscio, dove fa i lavori più umili, per poi spostarsi a Londra dove lavora come cameriera presso casa dello zio, ambasciatore. Qui a Londra Waris si crea una nuova vita e viene notata da un fotografo, Terry Donaldson, che la convince a fargli da modella.

La carriera di Waris Dirie prosegue da qui in discesa: dal lavoro di fotomodella si dedica alla scrittura, pubblicando un'autobiografia e prendendo posizione contro le mutilazioni genitali femminili. Grazie all'impegno per questa causa Wairs è stata nominata ambasciatrice delle Nazioni Unite.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *