Festival di Venezia 2019: programma del 6 e 7 settembre

Il programma del 6 settembre del Festival di Venezia 2019 propone in Concorso due film: “La mafia non è più quella di una volta” di Franco Maresco alle 17.00 in Sala Grande e alle 22.30 in PalaBiennale e “Waiting for the Barbarians” di Ciro Guerra alle 19.30 in Sala Grande e alle 20.30 in PalaBiennale. Fuori Concorso il cortometraggio “Never Just a Dream: Stanley Kubrick and Eyes Wide Shut” seguito dal film testamento di Kubrick alle 20.45 in Sala Giardino.

Festival di Venezia 2019: tutti i film in concorso

Festival di Venezia 2019: programma 6-09

La mafia non è più quella di una volta

Il penultimo giorno della kermesse veneziana è all’insegna del cinema visionario. Non si può che definire altrettanto “La mafia non è più quella di una volta” del regista siciliano ex sodale di Ciprì, che riporta sul grande schermo il personaggio grottesco di Ciccio Mira, già visto con successo in “Belluscone” premiato nel 2014 nella sezione Orizzonti. L’impresario palermitano dei neomelodici è cresciuto e ha incontrato sulla sua strada la fotografa Letizia Battaglia.

C’è molta attesa per il secondo film in competizione diretto dal regista colombiano Ciro Guerra ”Waiting for the Barbarians” tratto dall’omonimo romanzo del premio Nobel J. M. Coetzee. Il cast è ricchissimo e comprende Mark Rylance, Greta Scacchi, Johnny Depp, Robert Pattinson insieme per un thriller politico molto sopra le righe.

I Fuori Concorso e gli altri film del 6 settembre

Festival di Venezia 2019 Fuori Concorso

Eyes Wide Shut

Il Festival di Venezia celebra a vent’anni dalla sua scomparsa, il regista cult Stanley Kubrick e lo fa proiettando Fuori Concorso il suo ultimo film “Eyes Wide Shut”, preceduto da un cortometraggio inedito di Matt Wells che ne racconta i retroscena della lavorazione. Appuntamento per tutti in Sala Giardino alle 20.45.

É uno straordinario film-concerto “Roger Waters Us + Them” di Sean Evans e Roger Waters in uscita nelle sale cinematografiche nel mese di ottobre. Il regista Sean Evans ha seguito il musicista nella sua lunga tournée durata due anni. Un evento imperdibile per tutti i suoi fans alle 21.00 in Sala Darsena.

C’è molta attesa per il documentario “State Funeral” di Sergei Loznitsa alle 14.00 in Sala Grande e alle 22.00 in Sala Perla. Il regista ucraino ha assemblato una serie d’immagini di repertorio sui giorni che seguirono la morte di Stalin in tutte le città sovietiche e non solo.

La programmazione Fuori Concorso della Mostra di Venezia si chiude con l’ultimo lavoro di Gabriele SalvatoresTutto il mio folle amore”, tratto dalla storia vera di un padre che ha fatto un viaggio nelle Americhe con il figlio autistico, una storia delicata sul tema della disabilità in Sala Grande alle 22.00.

Passano oggi gli ultimi titoli della sezione Orizzonti: “Hava, Maryam, Ayesha” di Sahraa Karimi in Sala Darsena alle 14.15 e “Zumiriki” di Oskar Alegria alle 17.15. Il Primo è una storia tutta alla femminile diretta da una giovanissima cineasta afgana, seguito da un film visionario di un regista spagnolo molto interessante.

Per il programma completo: programma 6 settembre

L’ultimo film fuori Concorso il 7 settembre prima della cerimonia di premiazione

Chiusura alla grande per la kermesse veneziana con l’ultimo titolo Fuori Concorso “The Burnt Orange Heresy” di Giuseppe Capotondi un thriller di matrice letteraria con un cast grandioso internazionale che vede tra gli altri la Rock star Mick Jagger e Donald Sutherland. Con la premiazione delle 19.00 in Sala Grande si chiude un grande Festival.

Per il programma completo: programma 7 settembre

Lorenzo Buellis

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *