Elisabeth Moss pronta a interpretare qualsiasi ruolo

Elisabeth Moss pronta a interpretare qualsiasi ruolo

 Elisabeth Moss ha dichiarato al The Wrap di essere interessata ad interpretare personaggi femminili forti, complicati e imperfetti.

Elisabeth Moss:  simbolo di donne che respingono l’oppressione del patriarcato

Elisabeth Moss

Per sette stagioni su “Mad Men” e tre su “The Handmaid’s Tale”, Elisabeth Moss è stata il volto di donne che respingono l’oppressione del patriarcato. Ma se la sua vetrina principale è stata la televisione, Moss ha avuto anche un’intrigante carriera cinematografica, che negli ultimi anni ha incluso film come “La piazza”, “Il suo profumo” e “Noi” e, che nel 2020 l’ha trovata a ritrarre una coppia di donne feroci che si ostinano a prendere il potere dagli uomini che vogliono limitarle.

Questo ruolo l’ha  interpretato in due film drammaticamente diversi, il riff del film horror di Blumhouse “L’uomo invisibile” e il dramma indipendente “Shirley”.

Quest’ultimo film, scritto da Sarah Gubbins e diretto da Josephine Decker, è stato per lei una sorta di punto di riferimento, la prima volta che ha interpretato una persona reale.

“Ho fatto più ricerche di quante ne faccia di solito “, ha detto Moss con una risata sul suo ruolo di scrittrice di “The Lottery” Jackson, in versione romanzata. “È stata un’introduzione perfetta nel senso che è altamente romanzata – è quasi più un romanzo di Shirley Jackson che un biopic di Shirley Jackson”.

“Ho potuto approfittare del retroscena e di questa persona nelle biografie e nelle opere che ha scritto e delle cose che ho potuto trovare su di lei”. Ma, allo stesso tempo, non ero obbligata a fare una rappresentazione esatta di questa donna che rispetto e ammiro così tanto. Era il meglio di entrambi i mondi, in un certo senso”.

Mentre “Shirley” aveva delle somiglianze con molti dei ruoli cinematografici  svolti da Moss, in quanto era una produzione indie a basso budget, “The Invisible Man” era qualcosa di completamente diverso.

Le diverse interpretazioni dell’attrice

The Invisible Man” era non solo un film universale, ma un film che in base al titolo sembrava probabilmente un film dell’orrore con un uomo al centro.

“Ho ricevuto questa e-mail dal mio agente quando stavo lavorando alla seconda stagione di ‘Handmaid’s Tale'”, ha detto. “Stavo per fare il mio pisolino, che ero solita fare a pranzo ogni giorno. Ma mi hanno mandato un’e-mail e mi hanno detto: “C’è questo film di cui vogliamo parlarti”. Così ci siamo messi al telefono ed è stato al ‘The Invisible Man’, Universal e Blumhouse. Ero lusingata che qualcuno volesse farmi fare un film in studio, perché di solito non lo faccio. Ma pensavo anche: “Non so quale sia il mio posto in questo”.

Il film della sceneggiatrice-regista Leigh Whannell è stato una revisione del solito scenario dell'”Uomo invisibile”, in cui gli elementi dell’orrore erano un cavallo di Troia per una storia di una donna che combatteva contro gli abusi e le luci a gas.

“Ho letto l’apertura della sceneggiatura, dove lei fugge dal marito, e ho detto: ‘Ok, capisco perché hanno pensato a me'”.

Moss si è affrettata ad aggiungere che non ha nulla contro i film di paura in generale. “Amo tutti i tipi di film dell’orrore, da ‘Paranormal Activity’ a ‘Hereditary'”, ha detto. “L’ho sempre amato, fin da quando ero preadolescente, quindi il fatto che questo facesse parte del canone universale dell’universo dei mostri è stato davvero fico”. Ma quando ho scoperto che lo stavano rivistando incentrando la storia  su una donna, ho pensato: “Questo è davvero, davvero interessante e un modo fico per riavviare questo franchise””.

Elisabeth Moss ha preso parte in  “Mad Men” del 2007  dove si è trovata a incarnare una serie di icone femministe. “È stata un’interessante combinazione di tempismo e anche di riflessione”, ha detto. “Dato che ci sono stati diversi movimenti e diverse conversazioni, l’arte ha iniziato a rifletterlo. E sì, sono interessata a interpretare personaggi femminili forti, complicati e imperfetti, dalle donne supereroine alle antieroine”.

Erika Zagari

21/01/2021

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *