Come ammazzare il capo 2 – Recensione

Sequel non superlativo del campione d’incassi “Come ammazzare il capo e vivere felici”

come-ammazzare-il-capo-2(Horrible Bosses 2) Regia: Sean Anders – Cast: Chris Pine, Jennifer Aniston, Christoph Waltz,Kevin Spacey, Jason Sudeikis, Jason Bateman, Charlie Day, Kelly Stables, Keeley Hazell, Suzy Nakamura, Brianne Howey, Brendan Hunt, Alyssa Preston, Brandon Richardson, Jamie Foxx – Genere: Commedia, colore, 108 minuti – Produzione: USA, 2014 – Distribuzione: Warner Bros Italia – Data di uscita: 8 gennaio 2015.

Il sequel della commedia Seth Gordon, “Horrible Bosses”, tradotto in Italiano con il titolo “Come ammazzare il capo e vivere felici” campione d’incassi negli Usa nel 2011, vede di nuovo insieme Jason Bateman, Charlie Day e Jason Sudeikis nei ruoli dei nostri lavoratori frustrati preferiti.

Diretto da Sean Anders, subentrato a Gordon, “Come ammazzare il capo 2” fa diventare i tre sfigati Nick, Dale e Kurt aspiranti imprenditori di successo, che tuttavia non riescono a far decollare nel giusto modo la loro azienda. Iniziano uno start up con un congegno da doccia, chiamato “Docciamico”, peccato però che sulla loro strada trovano la coppia di squali formata da padre e figlio superricchi e pronti a derubarli.

Questa volta i tre compari decidono di rapire il viziato Rex, il figlio dell’investitore che li ha distrutti per chiedere un lauto riscatto. Nulla andrà come deve ovviamente. Il rapito li manipolerà, aiutato anche dal criminale di colore ‘fottimadre’ e dalla ninfomane interpretata da Jennifer Aniston.

Non c’è niente di superlativo nel film di Anders, ma come da tradizione per le commedie made in Usa, tutto gira bene. Lo stile è molto “Una notte da leone” sull’amicizia maschile tra perdenti. I tre amici sono Jason Bateman, Jason Sudeikis e Charlie Day ancora una volta ben amalgamati. Spicca e molto bene per la sua prorompente ironia la ‘fidanzatina d’America’ Jennifer Aniston. Ottimi anche i nuovi arrivi: il cialtronesco Chris Pine e il bastardo Christoph Waltz, rispettivamente figlio e padre. Prodotto da Brett Ratner, Jay Stern, Chris Bender, John Rickard e John Morris il film è sceneggiato da Sean Anders e John Morris (“Come ti Spaccio la Famiglia”). Un consiglio agli spettatori… aspettate i titoli di coda! Sono la parte migliore del film.

Giuliano Vizzaccaro

 

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *