Cenerentola – Recensione

La magia di una delle fiabe più romantiche in un’opera lirica per bambini di ogni età

Regia: Carlo Verdone – Cast: Lena Belkina, Edgardo Rocha, Simone Alberghini, Lorenzo Regazzo, Carlo Lepore – Genere: Opera lirica, colore, 120 minuti – Produzione: Italia, 2014 – Distribuzione: Microcinema –Data di uscita: 23 dicembre 2014.

cenerentola-liricaIl 23 dicembre 2014 debutta nelle sale italiane “Cenerentola”, la favola musicata da Gioachino Rossini, nella versione cinematografica diretta da Carlo Verdone. Una dolce fanciulla maltrattata dalle arcigne sorellastre, rapisce il cuore del principe azzurro che dopo il ballo perde le sue tracce. L’innamorato non troverà pace sino a quando non incrocerà nuovamente lo sguardo dell’amata Cenerentola.

Carlo Verdone abbandona momentaneamente la commedia per tornare alla regia di un’opera lirica dopo “Il Barbiere di Siviglia” del 1992. L’attore e regista romano, cercando di restituire lo spirito e la magia originarie del lavoro di Rossini e Ferretti, dona una forte caratterizzazione ai personaggi protagonisti lasciando ad ognuno di loro lo spazio e il carattere necessari a entrare nelle simpatie del pubblico.

Oltre a ciò, grazie ad una regia di stampo cinematografico in cui all’uso di lunghi carrelli si alternano bilanciati e ritmati controcampi e piani d’ascolto, tutto appare libero di muoversi senza ostacoli e anche nelle stanze più ristrette ogni scena viene esaltata con ritmo e velocità altrimenti difficili da cogliere.

Le vicende della giovane Cenerentola e del suo principe innamorato sono intermezzate da alcune scene animate in grado di enfatizzare l’atmosfera fiabesca che aleggia sulla vicenda e di risvegliare i ricordi disneyani per fare sognare i bambini di tutte le età.

Un “film in diretta” di questa maestosità, che per l’utilizzo di più di trenta cineprese e cento microfoni Verdone non ha esitato a definire un kolossal, non avrebbe però raggiunto la sua piena riuscita senza le ottime interpretazioni dei suoi interpreti, a partire dalla protagonista Lena Belkina, dalla voce dolce e portentosa, alle splendide Anna Kasyan e Annunziata Vestri, capaci, grazie ad un’elevata abilità espressiva, di restituire alle due sorellastre di Cenerentola tutta l’ironia e la briosità necessarie a far divertire il grande pubblico.

“Cenerentola” è un’opera senza età alle cui fiabesche emozioni lo spettatore, amante della lirica e non, potrà abbandonarsi per ritrovare, almeno sul grande schermo, la magia e il romanticismo che accompagnano le feste.

Miriam Reale

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *