Spider-Man Homecoming: conferenza stampa

Il tour promozionale di “Spider-Man: Homecoming” arriva anche a Roma: Jon Watts ed il giovane protagonista Tom Holland hanno preso parte all’evento tenutosi poche ore fa presso “La Lanterna” a Roma per rispondere a domande e curiosità della stampa. Eccone gli aspetti più interessanti:

Tom Holland su Spider-Man Homecoming: “un sogno da quando avevo cinque anni”

Spider-Man Homecoming Evento Stampa

Jon Watts e Tom Hollan alla conferenza stampa di “Super-Man Homecoming” a Roma

In che modo il suo Spider-Man è differente dalle versione che lo hanno preceduto e in cosa ha messo del suo?

Tom Holland: “La più grande sfida, per me, è stata cercare di rendere questo personaggio il più unico ed originale possibile, non volevo che il pubblico andasse al cinema e assistere a qualcosa di già visto, e so che questo era un aspetto fondamentale anche per John. Parliamo di un Peter Parker ancora al liceo, quindi mi sono chiesto cosa avrebbe fatto un quindicenne con quei poteri e lo vedremo essere entusiasta del suo nuovo ruolo, una cosa che non accade molto spesso, visto che i supereroi sono tendenzialmente oberati da preoccupazioni e difficoltà.”

Cosa ha provato la prima volta che ha indossato il costume di Spider-Man e cosa pensa che farebbe con quei poteri?

Tom Holland: “La prima volta in realtà è stata davvero deludente, perché dovevo girare delle scene per Civil War, ma non c’era il tempo di realizzare un costume su misura, quindi ho utilizzato quello della mia controfigura, decisamente più imponente di me. In questo film però è stato incredibile, davvero. E non credo che sarei una brava persona se avessi quei poteri, forse rapinerei una banca!”

E a proposito delle scene in costume, una in particolare ha scatenato l’ilarità della stampa:

“Avevo finito di girare per quel giorno, per cui appena entrato nella mia roulotte ho divorato due chicken burger perchè non avevo mangiato per tutta la giornata… finché non mi hanno richiamato dicendomi che c’era stato un errore e avevo delle altre scene; quindi mi sono rimesso il costume e mi hanno attaccato ad un’imbracatura, perché nella scena dovevo saltare da un cornicione per un volo di 60 metri. Durante il salto ho iniziato a sentire gli hamburger salire sempre più lungo l’esofago e, sapete, avevo indosso la maschera, per cui avevo il terrore di vomitare e, non so, probabilmente morire annegato perché la maschera faceva da barriera.”

Tra una domanda e l’altra, il giovane attore ha poi raccontato del suo primo incontro con Robert Downey Jr. – o perlomeno con quello che credeva fosse Robert: Tom, infatti, era decisamente su di giri e ha iniziato a parlare moltissimo da vero fan sfegatato… salvo scoprire che quella era solo la sua controfigura!

“Sono fan della Marvel da tutta la vita, ricordo ancora quando a cinque anni facevo finta di essere Spider-Man nella mia cameretta, per cui lavorare insieme a Robert Downey Jr., che interpreta Iron Man, e a Michael Keaton (gentilissimo nella vita reale quanto terrificante sul set) è stato surreale.”

Spider-Man Homecoming: un supereroe pronto a sdoganare il bullismo

Nel corso dell’intervista il regista Jon Watts ha tenuto a precisare più volte che sia il villain del film (l’Avvoltoio) che Peter Parker siano dei personaggi assolutamente normali anche se dotati di superpoteri che utilizzano per scopi differenti.

Peter, in particolare, incarna il teenager moderno in cui tutti possono identificarsi: un ragazzo dalla vena un po’ nerd e attratto dai social.

Il suo interprete ha rivelato a riguardo: “Peter è una figura importante per i ragazzi, una sorta di ‘sfigato figo’: mostra come uno studioso, un nerd come lo sono stato io, possa comunque essere popolare senza rientrare tra gli sportivi senza subìre del bullismo, come invece è capitato a me a scuola.”

Che consiglio darebbe a Peter Parker?

Tom Holland: “Credo che dovrei essere io a chiedergli dei consigli. Peter è la persona più buona e onesta che conosca.”

Jon Watts: “Io gli direi che andrà tutto bene, perchè è un ragazzo molto forte, anche se non se ne rende ancora conto.”

Vi ricordiamo che “Spider-Man: Homecoming” arriverà nelle sale italiane il prossimo 6 Luglio 2017, non perdetevelo!

Sonia Buongiorno

20/06/2017

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *