Ischia Film Festival 2022: un’edizione speciale in occasione del ventennale della kermesse

Ischia Film Festival 2022: un’edizione speciale in occasione del ventennale della kermesse

All’Ischia Film Festival 2022 i numeri la dicono lunga: novantuno opere cinematografiche in programma dal 25 giugno al 2 luglio di cui 78 anteprime e ben 57 in presenza. Quello di quest’anno si preannuncia come una kermesse spettacolare.

Ischia film Festival 2022: un punto di partenza, un’edizione della riflessione

Ischia film Festival 2022

É stata presentata alla stampa sabato 18 luglio la ventesima edizione dell’Ischia Film Festival. A parlare il suo ideatore e direttore artistico Michelangelo Messina che ha detto: “Sarà un’edizione della riflessione, un punto di arrivo, senza dubbio, ma soprattutto un punto di partenza”.

Nella splendida cornice del Castello Aragonese passerà il meglio del cinema italiano da Toni Servillo in primis che sarà insignito del prestigioso Ischia Film Award. La lista degli ospiti comprende: Silvio Orlando, Matilda De Angelis, Rocco Papaleo, Leonardo Di Costanzo, Massimiamo Gallo, e tanti altri. Ovviamente il focus è sui film in programma e gli incontri con i grandi nomi presentati dai critici cinematografici Antonio Capellupo e Giuseppe Borrone, e la partecipazione straordinaria del professor Gianni Canova.

Uno sguardo a 360°nel cinema internazionale

Sono quattro le sezioni competitive, più “Best of”, “Oltre” e “Scenari fuori concorso”. A queste si aggiunge la nuova “Scenari di guerra”, che vuole essere come detto dal direttore Messina: «Una finestra dovuta per sensibilizzare l’opinione pubblica». Tre i titoli in concorso: “La macchina delle immagini di Alfredo C.” di Roland Sejko e due opere di cineasti ucraini passati a Venezia e Cannes negli anni scorsi. Si tratta di “Donbass” di Sergei Loznitsa (premio per la regia a Cannes nella sezione “Un Certain Regard” nel 2018) e “Atlantis” di Valentyn Vasjanovyč, candidato agli Oscar nel 2021, dopo aver vinto il premio Orizzonti per il Miglior Film alla Mostra di Venezia 2019.

Le giurie internazionali vedono tra i partecipanti personalità del calibro di Alissa Simon, collaboratrice di Variety, curatrice cinematografica e organizzatrice del Palm Springs International Film Festival e del Minneapolis – St. Paul International Film Festival, e Christian Jeune, delegato generale del direttore artistico Thierry Fremaux e direttore del Dipartimento Film del Festival di Cannes, solo per citare i più importanti.

Si inizia il 25 giugno con “Ischia: l’isola del fuoco” documentario del 1942 dall’archivio storico di Cinecittà Luce, un omaggio al luogo magico ospita il festival. Parla di futuro negato ai Congolesi il documentario di Antonio Spano in programma il 27 luglio per “Location Negata”, seguita per il “Best of “ dal bellissimo film di Leonardo Di Costanzo “Ariaferma” con Silvio Orlando e Toni Servillo.

Questo è solo l’aperitivo per un programma ricchissimo, che si concluderà sabato 2 luglio con la cerimonia di premiazione presso la Cattedrale dell’Assunta e alla proiezione del lungometraggio “Across the River and Into the Trees” di Paula Ortiz in anteprima assoluta, con la partecipazione della protagonista Matilda De Angelis.

Tutti i film saranno disponibili sulla piattaforma www.ischiafilmfestivalonline.it.

Ivana Faranda

20/06/2022

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.