Spider-Man – Homecoming: 5 motivi per cui è il migliore

Il nuovo film diretto da Jon Watts della Sony Pictures, “Spider-Man – Homecoming”, si potrebbe definire un ottimo omaggio al supereroe protagonista dell’omonimo fumetto Marvel. Questo cinecomic, per fortuna potremmo dire, non rimacina sempre le stesse cose già viste nei precedenti “Spider-Man”, finalmente qualcosa di fresco.

Spider-Man – Homecoming: questo film renderà Tom Holland una star

Spider-Man – Homecoming tom holland

Tom Holland in una scena di “Spider-Man – Homecoming”

  1. Sembra proprio che il Peter Parker di Tom Holland sia una versione più fresca e gioiosa, sin dalla sua introduzione in “Capitan America – Civil War”, il personaggio di Holland ha donato la giusta leggerezza al film. Più di ogni altro supereroe della Marvel, questo nuovo personaggio è vulnerabile, quindi il fatto che abbia dei superpoteri non lo rende il classico supereroe prepotente.
  2. La partecipazione alla trasposizione cinematografica di Michal keaton rende tutto molto più interessante. Il villain da lui interpretato in “Spider-Man – Homecoming” è una delle storiche nemesi di Peter Parker, Volture, che fino ad ora non sono mai approdate sul grande schermo.
  3. È forse l’unico eroe Marvel ad essere un teenager, quindi se si è ancora adolescenti ci si potrà rispecchiare molto nel personaggio di Peter Parker. Infatti il film evoca proprio le atmosfere del liceo e delle esperienze affrontate quando si ha sedici anni.
  4. L’azione non può mancare per gli amanti del genere, acrobazie tra i palazzi di New York city non deludono affatto. Ce ne è veramente per tutti i tipi, la tensione e suspense nelle varie scene è palpabile. Un film per ogni età, capace di intrattenere chiunque.
  5. “Da grandi poteri, derivano grandi responsabilità”, tutti ricordiamo le famose parole dello zio Ben, non essendo neanche un po’ simile ai suoi predecessori, “Spide-Man – Homecoming” rivisita totalmente questo concetto assegnando al giovane Parker, Tony Stark (aka Iron Man) con il compito di fargli da mentore. Insomma una pellicola sicuramente piena di sorprese.

Alessio Camperlingo

05/07/2017

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *