“L’esigenza di unirmi ogni volta con te”: la psiche femminile nella storia di Tonino Zangardi

Si è tenuta oggi, presso il cinema Barberini, la conferenza stampa di presentazione del film “L’esigenza di unirmi ogni volta con te”: presenti tutti i protagonisti, dal regista Tonino Zangardi, ai due attori principali Claudia Gerini e Marco Bocci, con la partecipazione del produttore Gianluca Curti.

Il regista Tonino Zangardi si è espresso positivamente sulle interpretazioni dei due protagonisti Marco Bocci e Claudia Gerini

l'esigenza-di-unirmi-ogni-volta-con-te

L’opera cinematografica “L’esigenza di unirmi ogni volta con te”, affonda le radici nell’omonimo libro scritto dallo stesso regista che così si è espresso: “L’idea nasce da un episodio di cronaca letto su un trafiletto di giornale e da li è partita la mia fantasia. Ho voluto raccontare uno di quegli incontri forti, capaci di sconvolgerci. E a tal riguardo ho scelto volutamente di ambientarlo in un paese di provincia dove tutto acquista maggiore forza.” Ha poi aggiunto “In un paio di notti ho buttato giù il romanzo. Nel frattempo abbiamo mandato la storia al Mibac che ha finanziato la sceneggiatura.”

Tutti i presenti prospettano un pubblico, sia per il libro che per il film, per lo più femminile a causa dello spessore che nella storia di Tonino acquistano il mondo e la psiche femminile; i due attori, di cui il regista si è dichiarato estremamente soddisfatto, si sono espressi riguardo i personaggi interpretati: “Leonardo ha un passato tormentato”, ha affermato Marco Bocci, “fa scelte irrazionali a causa dell’incontro con una donna che lo aiuta a fargli credere nel futuro e a far pace con il proprio passato.”
“Quello che mi ha colpito di Giuliana, che ho riconosciuto subito come cosa mia, è il fatto che è una donna qualunque, che, travolta dalla passione, sceglie di uscire allo scoperto e affrontare la situazione. Mi sono trovata difronte un personaggio romantico, pieno di romanticismo”, questo il pensiero di Claudia Gerini, protagonista femminile.

Ampie caratterizzazioni psicologiche e paesaggistiche in “L’esigenza di unirmi ogni volta con te”

Ampio spazio ha assunto, durante la conferenza, la riflessione in merito alle dinamiche e alle differenti caratterizzazioni psicologiche del mondo maschile e di quello femminile, come evincibile dalle scelte e dai comportamenti dei due protagonisti. Ha meritato attenzione l’importanza data al paesaggio che il regista ha definito un ‘terzo protagonista’, come nella maggior parte dei suoi film: “Impossibile non raccontare il paesaggio soprattutto nella scena dell’ on the road”. Il paesaggio estivo di un paese della provincia salentina, Tricase, e le sue due dinamiche si rispecchiano nei personaggi, nelle loro scelte e nell’intera storia.

Colme di fiducia anche le parole di uno dei produttori, per il quale “E’ stata un’avventura produttiva lunga e perniciosa. Cose tipiche dei film indipendenti italiani. Tengo a sottolineare che i due attori sono stati molto coerenti e gentili verso il film anche quando la produzione ha avuto difficoltà. C’è stato un grande lavoro di squadra. Siamo ottimisti e fiduciosi.”
“Non ci sono ancora dati certi” ha risposto Gianluca ad una delle domande “La stima per la distribuzione è di 90 sale di cui 9 a Roma mentre per il costo parliamo di un film low budget. Sicuramente sotto un milione di euro.”
La conferenza si è conclusa con gli impegni e i progetti futuri dei due attori, del regista e del produttore.

Marianna Cifarelli

22/09/2015

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *