Il giocatore invisibile

  • Regia: Stefano Alpini
  • Cast: Luca Lionello, Sergio Albelli, Guenda Goria, Francesco Turbanti, Ludovica Bizzaglia, Lorenzo Alessandri, Luciana Cipriani, David Riondino, Paolo Benvenuti
  • Genere: Drammatico
  • Durata: 100 minuti
  • Produzione: Italia, 2016
  • Distribuzione: Iervolino Entertainment
  • Data di uscita: 7 Dicembre 2017

il giocatore invisibile

Un professore universitario, Stefano Nari, rientrando in Facoltà dopo un incontro amoroso con una studentessa, scopre che ad attenderlo c'è una sgradevole sorpresa: il suo assistente Lorenzo gli mostra una lettera pubblicata sull’ultimo numero della rivista dell'Ateneo, una lettera in cui un anonimo lo accusa di esser incorso in un clamoroso errore in un suo articolo dedicato “all’elogio del tradimento”: citando come esempio positivo di “tradimento” il film di Jean Luc Godard, "Il disprezzo", tratto dall’omonimo romanzo di Alberto Moravia. Il Prof. Nari dimentica che il film, nella sua versione italiana, è stato a sua volta “tradito” malamente dal produttore che ne ha modificato le musiche e tagliato alcune scene significative. Una banale dimenticanza per una persona normale ma non per un docente universitario affermato e rispettato come lui, oltre che temuto per il suo potere accademico. Da questo momento il Prof. Nari è assalito da dubbi e sospetti: chi lo odia a tal punto da volerlo colpire così subdolamente?

Il giocatore invisibile: il lato oscuro dell'università

"Il Giocatore Invisibile" è l'opera prima del regista Sergio Alpini, tratta dall’omonimo romanzo di Giuseppe Pontiggia. Il film, prodotto da Polis srl e distribuito dalla Iervolino Entertainment SPA, racconta in modo crudo tutti i retroscena più oscuri del mondo accademico: rivalità, gelosie, nepotismo, concorsi poco limpidi. Girato interamente nella città di Pisa, buona parte dell’ambientazione universitaria è stata realizzata all’interno della Scuola Normale Superiore e della Scuola Sant’Anna.

Il film è il secondo adattamento del romanzo di Pontiggia; l'opera infatti era già stata trasposta in un film TV del 1985, per la regia di Sergio Genni, trasmessa poi in tre puntate dalla televisione svizzera.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *