The Other Side Of Hope

  • Titolo originale: Toivon tuolla puolen
  • Regia: Aki Kaurismäki
  • Cast: Sakari Kuosmanen, Kati Outinen, Tommi Korpela, Janne Hyytiäinen, Ilkka Koivula
  • Genere: Drammatico, Colore
  • Durata: 98 minuti
  • Produzione: Drammatico - Finlandia, 2017,
  • Distribuzione: Cinema, 2016
  • Data di uscita: 6 Aprile 2017

the other side of hope locandinaIl film “The other side of Hope” del finlandese Aki Kaurismäki è molto attuale e mostra l’incrocio dei destini di due uomini. Khaled è un rifugiato siriano che cerca invano asilo ad Helsinki, mentre Wikström è un viandante venditore di cravatte, che vince al gioco e acquista un ristorante nella città. Quest’ultimo offrirà il suo aiuto al giovane, accogliendolo e, a differenza di altri, non mostrandosi razzista verso la sua etnia. Lo stesso Wikström rappresenta per Khaled 'l'altra faccia della speranza'.

Il film presentato al concorso delle Berlinale 2017

La pellicola è stata presentata in concorso per il Festival di Berlino 2017, dove ha riscosso grande successo sin dalla sua prima proiezione. Era, infatti, uno dei più attesi del festival ed ha ricevuto moltissimi applausi; soprattutto per l'abilita con cui il regista è stato capace di unire senza stonature la drammaticità del racconto filmico con eventi ironici con il suo stile unico fuori dal comune.

The Other Side Of Hope: Il genio di Aki Kaurismäki

Kaurismäki è noto per ambientare i suoi lavori negli strati sociali meno fortunati; di fatto già il precedente "Miracolo a Le Havre" affrontava l'attuale situazione europea, la fuga degli immigrati dalle loro terre ostili e di qualcuno disposto, a differenza di molti, di dare loro una mano. In quel caso il soggetto trattava la storia di un bambino africano, immigrato illegalmente nel porto francese di Le Havre, salvato da un lustrascarpe. "The other side of Hope", girato in pellicola da 35mm, è una storia molto in linea con i tempi contemporanei per la richiesta di asilo dei rifugiati siriani, ma ancor di più per la segregazione e l’intolleranza che gran parte di queste persone sono costrette a subire a causa dell’ignoranza e della paura generata dall’ISIS. Il film mostra allo spettatore con l'occhio della camera la realtà di oggi.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *