Star Wars: presentazione e analisi del nuovo trailer

Dopo mesi e mesi di speculazioni, teorie e speranze, sono stati presentati ieri alla Star Wars Celebration il titolo e il trailer dell’ultimo episodio che chiuderà la trilogia sequel della saga fantascientifica più famosa di sempre.

Star Wars : The Rise of Skywalker

Poche le informazioni date dal trailer, che potete vedere qui sotto, ma questo non ha fermato i fan dall’iniziare ad analizzare ogni piccolo dettaglio dei due minuti presentati.

Il filmato si apre con Rey da sola su un pianeta desertico, che sia Tatooine? Molto interessante anche notare come legata alla sua cintura sia presente la spada laser di Luke, che avevamo lasciato distrutta alla fine de “Gli ultimi Jedi“. Che nei vecchi libri Jedi sia indicato il modo per ripararla?
Improvvisamente sentiamo arrivare in lontananza un TIE Fighter, quello di Kylo Ren. Questo non preoccupa troppo la nostra eroina che accendendo la sua spada compie un salto carpiato verso il nemico.
Tutto il filmato è accompagnato dalla voce fuori campo di Luke che le dice:

” Abbiamo tramandato la nostra conoscenza. Ora mille generazioni vivono in te. Ma questa è la tua battaglia. Saremo sempre con te. Nessuno è mai davvero perduto.”

Quello che segue è il nostro primo sguardo dettagliato al futuro del giovane figlio di Han Solo, vediamo infatti il ragazzo infilzare un povero malcapitato con la sua famosa spada a tre uscite, e poi, sicuramente il dettaglio più interessante a lui legato, risaldare il casco che aveva distrutto nel precedente film.

La produzione de “Gli ultimi Jedi” è stata sicuramente divisiva, capace di scatenare accese discussioni tra tutti i fan. Sarà molto interessante capire quanto la nuova intenda distaccarsi dall’ultimo film, visto che alcune scene lasciano intendere l’intenzione di compiere una specie di Retcon ( E’ una forma contratta della locuzione inglese retroactive continuity, letteralmente “continuità retroattiva” ed è un espediente narrativo in cui si modificano eventi e situazioni descritti in precedenza, o il loro significato, per adattarli a nuovi sviluppi narrativi). Anche solo il titolo, che scopriremo alla fine, lascerebbe indicare una decisione di questo tipo.

Star Wars: graditi ritorni

Dopo Han Solo ne “Il risveglio della forza” e Luke ne “Gli ultimi Jedi” è la volta di Lando Calrissian di tornare sul grande schermo. Lo vediamo infatti, compiere un salto nell’iperspazio insieme a Chewbacca entrambi alla guida del suo Millenium Falcon. Con le poche informazioni disponibili non è facile immagine il suo ruolo nella vicenda. Non manca un’immagine dedicata alla Principessa Leia, presente in questo film nonostante la morte di Carrie Fischer.

Ma veniamo al pezzo forte di tutto il trailer. Mentre Luke pronuncia la frase “Nessuno è mai davvero perduto” possiamo vedere i nostri eroi, Rey, Poe e Finn, guardare da lontano quelli che sembrano i resti distrutti della Morte Nera! in sottofondo, una risata molto familiare, quella dell’imperatore Palpatine! Il ritorno, chissà se come spirito della Forza o in forma corporea, dell’Imperatore è confermato proprio dall’arrivo di Ian McDiarmid, alla fine del trailer, sul palco della Celebration. Cosa questo possa comportare o cosa stiano cercando nei resti della temibile stazione spaziale non ci è dato sapere, ma considerateci molto molto interessati.

Alla fine del trailer finalmente appare il titolo “The Rise of Skywalker” – a chi si riferirà? A Rey? A Kylo? La curiosità è alle stelle, in attesa di capire come verrà tradotto in Italia.

Federico Renis

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *