So cosa hai fatto: la nuova serie di Amazon Prime

Amazon nostalgico degli anni ’90 ha dato vita ad una serie TV ispirata al famoso film “So cosa hai fatto”.

Sara Goodman: scrittrice e produttrice della serie tv ispirata a “So cosa hai fatto”

"So cosa hai fatto"

Il gigante della tecnologia ha dato il via libera a un dramma horror  basato sul film del 1997 rifacendosi al suo materiale di partenza, un romanzo di Lois Duncan del 1973.

La serie,scritta e prodotta da Sara Goodman, già responsabile dell’adattamento di Preacher, riprenderà una scena del film originale , dando un tocco di modernità, in cui un gruppo di adolescenti dopo aver investito e abbandonato un uomo,credendolo morto,un anno dopo saranno da lui perseguitati.

Shay Hatten, Neal Moritz e Pavun Shetty di Original Film, e James Wan, Rob Hackett e Michael Clear di Atomic Monster produrranno la serie TV insieme a Sara Goodman, con la Sony Pictures Television.

Il punto di vista di Amazon Studios e della Sony Pictures TV Studios

Durante l’intervista riportata da Hollywood Reporter il co-responsabile della televisione degli Amazon Studios ha affermato:

“I migliori film horror sono sempre stati visti come un altro spavento in arrivo. La serie TV è un aggiornamento perfettamente contorto nei confronti dell’iconico film slasher. Questa versione moderna del film basata su So cosa hai fatto, scritta da Sara Goodman, sarà amata dai  nostri clienti di Prime Video nonché fan dell’iconico film del 1997 “.

Jason Clodfelter, Co-Presidente di Sony Pictures TV Studios ha poi aggiunto:

“Siamo entusiasti di avere come partner Amazon studio per questa nuova serie TV. Neal Moritz e Original Film spareranno le loro migliori cartucce e tutto questo servirà a dimostrare nuovamente come la visione dei personaggi di Sara Goodman sia in grado di intrecciare suspense e thriller”.

“So cosa hai fatto”ha avuto due sequel, Incubo Finale (1998) e Leggenda Mortale (2006)

E’ una delle numerose serie di Amazon basate su film ben noti, che vanno da  “Bosch” a “The Boys“.

Erika Zagari

15/10/20202

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *