Run with the Hunted (2019)

Run with the Hunted - Recensione: un film inconsistente e confuso

Run with the Hunted recensione

John Swab scrive e dirige un film confuso che annoia e innervosisce lo spettatore in sala. Sulla carta “Run With The Hunted” potrebbe essere di un certo interesse, se il regista avesse tenuto fede alle idee di base, che vengono invece impoverite da un susseguirsi di avvenimenti privi di qualsiasi coerenza narrativa. Possiamo dire in sintesi che il film è la storia di un bambino che, per salvare una sua amica, commette un atto violento che gli segnerà la vita, e di come lei da grande desideri ritrovarlo.

Teoricamente da questo punto di partenza "Run with the Hunted" si sarebbe potuto evolvere in vari modi, esplorando temi per niente banali, come la perdita dell’innocenza, l’amicizia, lo sfruttamento dei minori, il crescere senza veri riferimenti affettivi, e tanto altro. Invece ciò che appare sullo schermo è una narrazione sconclusionata, priva di qualsiasi logica, come se il regista abbia deciso di offrire al pubblico solo alcuni tratti del racconto, e tenere le parti mancanti solo per sé. Difficile pensare che tale evoluzione narrativa possa dipendere solo da un montaggio forsennato.

Run With The Hunted: un film brutto e fatto male

A sorprendere non sono le tante banalità e i luoghi comuni che sembrano scimmiottare la filmografia di genere, quanto la totale inesistenza di una coerenza strutturale della sceneggiatura, che porta a un susseguirsi di momenti slegati. A ciò si aggiunge la scarsa cura nella definizione dei personaggi che non acquistano mai spessore, privati anch’essi di una qualsiasi introspezione o resa scenica, abbandonati a se stessi in questo mare di sequenze. Impossibile giudicare le prove attoriali poiché, in questa giostra impazzita di contenuti sviliti, agli interpreti non può essere attribuita nessuna colpa.

Niente si può addebitare neanche allo Swab regista, la sua regia, seppur di maniera, non dispiace, il problema, ripetiamo, sta nella sceneggiatura, che mostra ma non spiega, rendendo certe situazioni rasente il ridicolo tanto sono inverosimili.

“Run With The Hunted” è una promessa mancata, un libro cui mancano troppe pagine.

Maria Grazia Bosu

  • Regia: John Swab
  • Cast: Ron Perlman, Michael Pitt, William Forsythe, Mark Boone Junior, Kylie Rogers, Isiah Whitlock jr., Dree Hemingway, Renée Willett, Slaine, Brad Carter
  • Genere: Thriller, colore
  • Durata: 93 minuti
  • Produzione: USA, 2019

Run with the Hunted poster"Run with the Hunted" è un film presentato in Selezione Ufficiale alla Festa del Cinema di Roma 2019.

Un atto che segna una vita intera

Oscar è un bambino che ha commesso un omicidio per salvare la sua migliore amica di nome Loux da un’aggressione. Per quest'azione è costretto a scappare dalla sua città di campagna e a lasciarsi ogni cosa
alle spalle.

Giunto in una città vicina, Oscar entra in una banda di ladruncoli di strada, che lo portano a perdere la sua innocenza.

Dopo quindici anni dopo, il giovane è diventato il capo della gang. Quando
Loux va ad abitare nella stessa città, inizia a lavorare con un investigatore
privato, mettendosi alla ricerca del ragazzo che la salvò.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *