Robert Pattinson afferma: il mio sarà un nuovo Batman

L’ormai celebre attore Robert Pattinson è stato al centro di tantissimi pettegolezzi durante tutta la sua carriera, e anche per questa sua ultima interpretazione, che lo vede vestire i panni di Batman, i gossip non sono di certo mancati.

Non è una novità il fatto che Pattinson abbia sempre cercato di scrollarsi di dosso il personaggio di Edward Cullen di “Twilight“, che sì lo ha reso famoso, ma per cui non ha mai nutrito troppa stima e simpatia.

“The Batman”: aspettative altissime per un volto improbabile

the batman pattinson

“Vittima” delle azioni di marketing della Saga di “Twilight”, da quel momento Robert Pattinson ha selezionato progetti molto meno ambiziosi, riuscendo a mostrare il suo vero talento e ottenendo critiche positive.

Questo lo ha portato finalmente a tornare per noi sotto i grandi riflettori, prendendo parte a due enormi progetti cinematografici, “Tenet” di Christopher Nolan, le cui riprese sono già concluse, e “The Batman” di Matt Reeves.

In una serie di interviste a GQ pubblicate questa settimana, l’attore ha discusso diversi argomenti, tra cui le motivazioni che lo hanno spinto ad accettare il nuovo importante ruolo di Bruce Wayne.

Purtroppo a causa della pandemia del coronavirus, a Londra la produzione Warner Bros. è stata costretta a mettere in pausa il set, con il conseguente slittamento del tanto atteso rilascio della pellicola dall’estate 2021 a ottobre 2021.

Bloccato in un Airbnb della metropoli, Pattinson ammette di non star lavorando tanto quanto dovrebbe per interpretare il nuovo Bruce Wayne.

Seppur sentendosi in colpa per questa mancanza, la star di “Twilight” ha però rivelato di aver trovato la giusta chiave interpretativa del personaggio e di essere riuscito a trasformare tutti gli aspetti che inizialmente credeva potessero sfavorirlo, in punti di forza.

Robert Pattinson e il suo Batman

the batman pattinson2

“Mi piace il fatto non solo che ci siano versioni molto, molto, molto ben fatte del personaggio che sembrano piuttosto definitive, ma stavo pensando che ci sono proprio più interpretazioni definitive”- ha detto durante le interviste rilasciate in videocall a causa delle restrizioni in atto – “L’altro giorno stavo guardando la realizzazione di “Batman e Robin”, e anche allora, George Clooney dichiarava di essere preoccupato del dover interpretare un ruolo in cui si erano già cimentati in molti, le cui caratteristiche erano già state ben approfondite. E questo nel ’96, ’97?!”

Si dichiara molto fiducioso e sereno di aver trovato il suo personale “gap” per il ruolo: “Avete visto una versione più leggera del personaggio, una di versione sfinita, una specie di versione più animalesca”- continua – “e il puzzle diventa quasi completo. Pensi: dov’è il mio spazio? Cosa c’è in me che può renderlo unico? E poi, è un’eredità, giusto? Mi piace.”

Dopo Ben Affleck con “Batman v Superman: Dawn of Justice” e “Justice League“, Pattinson, provinato dal regista Matt Reeves durante le riprese di “Tenet” di Nolan, sarà il sesto attore a indossare la maschera di Batman sul grande schermo. Riuscirà nella (dai più) temuta impresa?

Barbara Sebastiani

13/05/2020

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *