Johnny Depp: respinto il ricorso in appello

Johnny Depp: respinto il ricorso in appello

Secondo quanto affermato da Variety, a Johnny Depp è stata respinta la richiesta di ricorrere in appello contro il tabloid The Sun per averlo descritto come un “picchiatore di mogli”.

Johnny Depp e la sentenza contro il The Sun

Johnny Depp

In una sentenza della scorsa settimana, il giudice Andrew Nicol ha respinto la richiesta di appello della star di Hollywood, Johnny Depp, contro il tabloid, che nel 2018 lo aveva soprannominato un “picchiatore di mogli” basandosi sulle accuse fattogli dall’ex moglie, l’attrice ed ex modella Amber Heard.

Il giudice Andrew Nicol ha dichiarato che le accuse che erano state fatte a Johnny Depp erano sostanzialmente vere.

L’attore ha replicato affermando che il modo in cui l’ha descritto pubblicamente la testata giornalistica The Sun non corrisponde alla realtà dei fatti.

I legali dell’attore hanno annunciato, infatti, di voler far ricorso.

Nella sentenza della scorsa settimana, il giudice ha scritto:

“Le conclusioni di fatto di un tribunale di primo grado, sono raramente impugnabili in appello. In ogni caso, non ritengo che i motivi di ricorso proposti abbiano una ragionevole prospettiva di successo e non c’è qualche altra ragione convincente per cui debba essere concesso il permesso di ricorrere in appello”.

Andrew Nicol ha ordinato a Johnny Depp di pagare al The Sun 696.000 dollari per le sue spese legali entro il 7 dicembre.

Johnny Depp, impegnato nelle riprese di “Animali Fantastici” è stato costretto a dimettersi dal franchise  poco dopo la sentenza del 2 novembre.

Le testimonianze durante la sentenza

La battaglia legale tra  Depp e Amber Heard  è iniziata subito dopo la fine della relazione nel maggio 2016 quando l’attrice aveva già accusato il marito di violenza e ottenuto 7 milioni di dollari poi donati in beneficienza. Il caso Depp-Heard non è finito comunque: perché l’attore di “Donnie Brasco“, “Pirati dei Caraibi“, “Blow” e “La fabbrica di cioccolato” ha denunciato Heard anche negli Stati Uniti, in un’altra causa per diffamazione.

Durante la sentenza contro l’editore del giornale The Sun , sia Depp che Heard hanno partecipato all’udienza e hanno anche testimoniato. Tra gli altri testimoni c’erano gli amici dei due attori e i loro attuali ed ex dipendenti. Sono state presentate anche numerose e lunghe testimonianze, tra cui quelle degli ex partner di Depp, Winona Ryder e Vanessa Paradis.

L’attore ha tempo fino al 7 dicembre per portare il suo caso direttamente alla Corte d’Appello e cercare di ribaltare la sentenza.

Erika Zagari

26/11/2020

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *