Il Signore degli Anelli: il cast vuole salvare la casa di Tolkien

Il Signore degli Anelli: il cast vuole salvare la casa di Tolkien

Il cast de “Il Signore degli Anelli” si cimenta in una nuova iniziativa, che coinvolgerà i fan da tutto il mondo: salvare la vecchia casa dello scrittore JRR Tolkien e farne un centro letterario.

Gli attori vogliono rendere omaggio a Tolkien, autore de Il Signore degli Anelli

Il Signore degli anelli serie tv

Le versioni cinematografiche de “Lo Hobbit” e “Il Signore degli Anelli” sono ora disponibili per la prima volta in 4K.

Diverse celebrità però, tra cui gli attori della Compagnia dell’anello e un certo numero di persone coinvolte nel franchise cinematografico, stanno cercando di creare un’esperienza molto più coinvolgente.

Sir Ian McKellen, Martin Freeman, la musicista Annie Lennox, John Rhys-Davies, Sir Derek Jacobi e altri, si sono uniti alla pluripremiata autrice Julia Golding per lanciare una campagna di crowdfunding per salvare e ripristinare la casa in cui JRR Tolkien scrisse Lo Hobbit e Il Signore degli Anelli, prima che venissero messi in vendita sul mercato.

L’iniziativa, denominata Project Northmoor, mira all’acquisto della casa, che si trova nella 20 Northmoor Road, a Oxford e alla creazione di un centro letterario in onore di Tolkien. Ian McKellen, che ha ottenuto una nomination all’Oscar per il suo ruolo del mago Gandalf nel primo film del 2001 “Il Signore degli Anelli: La Compagnia dell’Anello“, sta aiutando a raccogliere una nuova compagnia di finanziatori per l’acquisto della casa. La campagna di crowdfunding è stata lanciata oggi sul sito web dedicato.

Il video e gli obiettivi del progetto

Project Northmoor Overview from Brian Boyd on Vimeo.

Per sensibilizzare e promuovere l’iniziativa, Ian McKellen ha realizzato un video con il cast. Nel video compaiono l’attore vincitore di un Emmy Awards, Martin Freeman (Bilbo Baggins nella trilogia de Lo Hobbit), la leggenda della musica Annie Lennox (che ha scritto e interpretato la colonna sonora “Into the West”, del “Il Signore degli Anelli: Il ritorno del re” che ha guadagnato l’Oscar). Ci sono anche John Rhys-Davies (Gimli nella trilogia de Il Signore degli Anelli), l’attore che ha portato a casa Emmy e Tony Awards e Sir Derek Jacobi (che ha recitato in “Tolkien“) e l’illustratore John Howe.

L’obiettivo è quello di raccogliere circa 6 milioni di dollari da qui al 15 marzo, quando terminerà la campagna di crowdfunding. Il progetto vuole includere i fan di Tolkien da tutto il mondo per acquistare la casa e creare un centro che onori la memoria di Tolkien. Il resto andrà alle ristrutturazioni necessarie per rispettare i regolamenti dell’edilizia, i costi di avvio dell’ente di beneficenza, con fondi aggiuntivi destinati allo sviluppo dei programmi letterari. L’idea è che la struttura e l’organizzazione saranno finanziariamente autosufficienti una volta stabilite.

Per chi deciderà di sostenere l’iniziativa, ci saranno una serie di vantaggi. In caso di successo, offriranno ai fan l’opportunità di avere il loro nome scritto nel Libro rosso dei finanziatori che siederanno nello studio di Tolkien. Inoltre si potrà essere invitati a eventi VIP e persino fare dei pernottamenti, a seconda della donazione.

Francesca Trovarelli

03/12/2020

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *