Il principe delle maree: in arrivo una serie per Apple

Il principe delle maree: in arrivo una serie per Apple

Secondo quanto riportato da Collider, Tate Taylor, regista di “The Help“, sarà impegnato alla sceneggiatura e produzione della serie “Il principe delle maree” per Apple.

Apple fa rivivere “Il principe delle maree”

Il principe delle maree

Apple ha in calendario una serie, basata sul film del 1991 con Barbara Streisand e Nick Nolte, ambientata per l’occasione ai giorni nostri. Il progetto è prodotto da Sony Pictures Television con John Norris produttore esecutivo attraverso Wyolah Entertainment, insieme a Craig Anderson e Sharon Hall.

“Il principe delle maree” del 1991 è stato adattato per il grande schermo dall’omonimo romanzo di Pat Conroy del 1986. Tom Wingo (Nolte) si reca a New York per prendersi cura di sua sorella dopo che ha tentato il suicidio. La sua terapeuta, Susan Lowenstein (Streisand), lo aiuta a ricostruire la vita travagliata che lui e sua sorella hanno avuto a causa dei genitori violenti, portandolo ad affrontare i demoni personali che hanno afflitto entrambi. Tra i due esploderà l’amore.

Un film amato e fortunato

Il film, che vedeva la Streisand anche dietro la macchina da presa, ha avuto un enorme successo al botteghino statunitense dove ha incassato 75 milioni di dollari, con un budget di soli 30 milioni di dollari. Ha anche aiutato il fatto che Conroy fosse direttamente coinvolto nella produzione, scrivendo la sceneggiatura insieme a Becky Johnston. La pellicola ha inoltre ricevuto sette nomination agli Oscar, di cui una per il miglior film e una per il miglior attore andata a Nick Nolte. La serie di Apple cercherà di riconquistare quella magia con un cast completamente nuovo. Il lavoro sulle sceneggiature è ancora in corso e la produzione è ancora nelle prime fasi.

Per Taylor si tratta del secondo progetto televisivo con Apple dopo la serie comica “Mrs. American Pie”. Tra i suoi film ricordiamo l’horror indipendente “Ma”, “Get on Up”, “The Help” e “Breaking News In Yuba County”, oltre alla serie drammatica della Fox “Filthy Rich”.

Roberta Rosella

05/05/2022

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.