Festival di Berlino 2021: rimandato a causa del Covid19

Festival di Berlino 2021: rimandato a causa del Covid19

Secondo quanto dichiarato da Variety, sembrerebbe che il Festival di Berlino sarà rimandato tra la fine di marzo e i primi di aprile 2021.

Festival di Berlino 2021: rimandato ai primi di aprile

Festival di Berlino 2021

La decisone sul Festival di Berlino, si preannuncia imminente, mentre la Germania continua ad affrontare una nuova ondata di infezioni causate dal COVID-19, gli organizzatori del Festival stanno pensando di rimandare l’evento  da febbraio alla fine di marzo o ai primi di aprile 2021.

Thorsten Ritter, vicepresidente esecutivo delle acquisizioni, delle vendite e del marketing dell’agenzia di vendita Beta Cinema, ha affermato:

“Purtroppo, siamo tutti piuttosto pessimisti riguardo a un evento fisico a febbraio, alla luce dei recenti sviluppi. Tuttavia, sarebbe fantastico se la Berlinale potesse essere spostata ed avvenire entro la prima metà dell’anno, invece di essere completamente annullata. Non posso immaginare un festival puramente digitale senza una componente fisica. Forse l’EFM potrebbe compensare con un’edizione digitale e fornire almeno un punto focale per l’industria”.

Oltre a Ritter anche Moritz Hemminger, vice direttore vendite e acquisizioni dell’agenzia di vendita ARRI Media, ha voluto dire la sua affermando:

“Se un rinvio di due mesi porterà a una Berlinale e a un EFM fisico e non virtuale, siamo pronti ad aspettare. Per i film di ARRI, e soprattutto per i suoi ultimi drammi, una Berlinale/EFM fisica è la chiave per iniziare l’anno e per generare fermento e consapevolezza per i film, il che, alla fine, innescherà vendite migliori di quelle di una Berlinale/EFM digitale”.

Hemminger, tuttavia, non pensa che il Berlinale, svolto ad aprile, avrà un grande successo.

Esclusa l’opzione di svolgere il festival virtualmente

Secondo alcuni addetti ai lavori, nel frattempo, l’opzione per Berlino di svolgere il festival virtualmente, è stata esclusa.

“Culturalmente parlando, è impossibile che la Berlinale o qualsiasi altro grande festival in Europa che vanta sezioni competitive avvenga completamente in modalità virtuale”, afferma  Jean-Christophe Simon, capo della società di vendita berlinese Films Boutique, che quest’anno ha vinto il premio Orso d’Oro a Berlino con “There Is No Evil”.

Questo non vuol dire, però,  che il festival non possa essere svolto in parte fisicamente e in parte virtualmente.

Il mercato del Festival di Berlino 2021 (l’EFM) sta adottando un approccio ibrido con alcuni eventi e proiezioni online. Solo i possessori di badge di mercato avranno accesso all’hub del mercato, l’MGB

I biglietti per le proiezioni dovranno essere prenotati in anticipo e la capienza nei cinema sarà ridotta del 45-50% per rispettare le regole di distanziamento sociale.

Erika Zagari

10/12/2020

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *