Brie Larson protagonista di una serie sulla CIA targata Apple

Brie Larson, attrice protagonista dell’ultimo cinecomic “Captain Marvel” sarà a capo di un progetto prodotto da Apple. Al momento si sa che la serie è composta da dieci episodi ed è tratta dal prossimo libro di ,Amaryllis Fox “Life Undercover: Coming of age in the CIA”.

Brie Larson, la super eroina Marvel ritorna subito in azione

Brie Larson news

Brie Larson (vincitrice del Premio Oscar nel 2016 per “Room“) non solo sarà l’interprete principale, ma avrà anche il ruolo di produttrice esecutiva insieme a Lynette Howell Taylor (produttrice di “Captain Fantastic“, 2016, e del film plurinominato agli Oscar 2019 “A Star Is Born“, 2018) e Michael Ellenberg (produttore di “Prometheus“, 2012 e “Robin Hood“, 2010). Il libro, in uscita per il prossimo 15 ottobre, narra le vicende di una donna dell’agenzia dei servizi segreti americani; raccontandole in maniera provocatoria e attraverso le persone e le sue relazioni più vicine. Difatti l’autrice del libro, Amaryllis Fox, è un’agente segreto sotto copertura.

La serie è ancora senza un titolo preciso e sarà disponibile sulla piattaforma streaming della Apple. Oltre alla famosa azienda statunitense, si affiancheranno nella realizzazione del progetto case di produzione e studio quali Media Res (capeggiato da Michael Ellenberg) e Entertainment 51 (con a capo Lynette howell Taylor affiancata da Brie Larson e Samantha Housman). Megan Martin (scrittrice e produttrice della serie TV “Animal Kingdom”, 2016-2017) è in trattativa per scrivere la serie e farne anche da produttrice esecutiva.

Un progetto molto femminile e accattivante

La storia è definita come “uno sguardo provocatorio e contemporaneo sul viaggio di una giovane donna nella CIA, raccontato attraverso il prisma delle sue relazioni più strette”. Sicuramente non a caso è stata ingaggiata Brie Larson, considerate le sue ultime affermazioni piuttosto aggressive riguardo la maggior inclusione di eroine nel Marvel Cinematic Universe. La natura molto spinta della storia di Amaryllis Fox (come è stata definita sopra) potrebbe prospettarsi come una vicenda che punti sulle differenze di genere.  Tema molto sentito nel panorama attuale delle varie produzioni hollywoodiane e non solo.

Francesco Fabrizi

7/03/2019

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *