Vivien Leigh: gli sceneggiatori di Feud scriveranno il biopic

La storia della celeberrima attrice Vivien Leigh sarà portata prossimamente sul grande schermo. A scriverne la sceneggiatura saranno Michael Zam e Jaffe Cohen, già autori della prima stagione della serie TV “Feud” dedicata all’accesa rivalità professionale tra Bette Davis e Joan Crawford, specialmente durante le riprese del film del 1962 “Che fine ha fatto baby Jane?”.

Vivien Leigh: una carriera brillante

Vivien Leigh clark gable

Michael Zam e Jeff Cohen trasporranno il film dal libro di  Hugo Vickers intitolato “Vivien Leigh: A Biography”. Sembra che la storia verterà sulla vita e sulla carriera dell’attrice e sulla sua relazione con Laurence Olivier, con cui fu sposata dal 1940 al 1960 e con cui lavorò in numerose pièce teatrali.

La carriera di Vivien Leigh (nata in India nel 1913) attraversa circa tre decenni, dagli anni ’30 agli anni ’60, e annovera ben due Oscar alla Miglior Attrice Protagonista per i film “Via col vento” (1939), capolavoro senza tempo in cui la Leigh è affiancata da Clark Gable, e “Un tram che si chiama desiderio” (1951), diretto da Elia Kazan e con un giovane Marlon Brando come protagonista maschile. Notevole è anche la sua carriera teatrale: la stella di Vivien Leigh splende anche grazie alle regie del marito Laurence Olivier in rappresentazioni di opere di William Shakespeare e George Bernard Shaw, arrivando a vincere nel 1963 un Tony Award per la sua partecipazione al musical “Tovarich”.

La sua vita, però, si spegne prematuramente nel 1967, a soli 53 anni di età, per colpa di una tubercolosi mal curata e dopo aver sofferto di disturbo bipolare per oltre vent’anni.

Vivien Leigh: gli sceneggiatori del biopic

Oltre al film su Vivien Leigh, Michael Zam e Jeff Cohen hanno diversi progetti in cantiere, tra cui l’adattamento di un libro di William J. Mann sulla storia di William Haines, uno dei primissimi attori hollywoodiani a dichiarare la propria omosessualità, e un altro biopic dal titolo “Kate”, riguardante la vita segreta di Katharine Hepburn.

Il duo di sceneggiatori può già vantare una nomination agli Emmy Awards proprio per il loro lavoro in “Feud”, e siamo sicuri che in futuro riusciranno a togliersi altre soddisfazioni professionali data l’alta qualità dei loro script.

Francesco Caiazza

19/10/2017

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *