Ridley Scott sulla vicenda Spacey/Plummer

A sei settimane dall’uscita nelle sale del film “Tutti i soldi del mondo” il regista Ridley Scott ha voluto sostituire tutte le scene girate con Kevin Spacey per sostituirlo con Christopher Plummer.

Ridley Scott: veloce come un fulmine

Ridley Scott news

Cambiare un attore durante le riprese di un film non è mai facile. Cambiarlo quando il film è finito, montato e pronto all’uscita nelle sale è impossibile. Questo però è successo nel film di Ridley Scott “Tutti i soldi del mondo” che a sei settimane dall’uscita nelle sale, il regista ha voluto sostituire Kevin Spacey, accusato di molestie sessuali, con Christopher Plummer che ha rigirato tutte e 22 le scene dove compariva Spacey.

Come ha dichiarato Scott è stato un lavoro velocissimo visto la grande dimestichezza di Christopher Plummer nel ricordare le battute a memoria, la bellissima sceneggiatura e il grande lavoro del regista che avendo in mente già quello che voleva ha girato tutto in pochissimi giorni, sorprendendo anche il capo della Sony, Thomas E. Rothman che si è meravigliato della dedizione del regista e del lavoro di Plummer.

 

Ridley Scott: due attori molto diversi

Secondo il regista è stato un cambiamento fantastico che probabilmente ha reso il suo film migliore. Come spiega sempre Ridley Scott, la performance di Kevin Spacey era stata più fredda, Christopher Plummer invece che era stata la scelta originale per il ruolo prima delle riprese, visto il fascino enorme dell’attore ha reso questo personaggio allo stesso tempo sia freddo che logico rendendolo ancora più pericoloso.

Alla domanda, se un giorno sarà mai possibile vedere le scene eliminate con Kevin Spacey protagonista il regista ha detto senza mezzi termini: “Ne dubito”.

Il film uscirà con un leggero ritardo nelle sale americane, per problemi logistici secondo la produzione, invece del 22/12, uscirà il giorno di Natale. In Italia invece il film uscirà nelle sale il prossimo 4 gennaio 2018.

Tomas Barile

22/12/2017

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *