William Schallert muore a 93 anni

William Schallert muore a 93 anni

E’ morto William Schallert, attore americano e presidente della Screen Actors Guild (SAG) per due anni, dal 1979 al 1981.

Addio a William Schallert, volto iconico degli schermi

William Schallert

Nato il 6 Luglio 1922 a Los Angeles, William Schallert è stato uno di quegli attori il cui nome è rimasto poco conosciuto nel mondo, ma il cui volto è noto quasi a tutti; Schallert ha infatti preso parte a più di 90 film e, in totale, nella sua carriera si contano circa 400 ruoli tra cinema e televisione.
Il suo personaggio più conosciuto è Martin Lane nella sitcom “The Patty Duke Show”, padre della protagonista Patty Duke.

William Schallert non si è dedicato solo alla recitazione, ma ha preso parte a vari progetti nel corso della sua vita: nel 1946 è stato un membro fondatore del teatro di Los Angeles The Circle Theatre, noto anche come El Centro Theatre, ed ha lavorato come doppiatore e speaker radiofonico. Schallert è stato inoltre presidente della SAG per due anni (1979-1981); la SAG (Screen Actors Guild) è un sindacato statunitense nato per lottare contro lo sfruttamento degli attori nel 1933 e ad oggi rappresenta più di 150.000 attori tra cinema e TV. La SAG ha indetto anche un premio a suo nome, gli Screen Actors Guild Awards.
Patty Duke, sua co-star e ‘figlia televisiva’ è stata anch’essa presidentessa della SAG dal 1985 al 1988.

William Schallert è sempre stato impegnato sia sul fronte artistico che politico e sociale, soprattutto a favore dei colleghi attori e sempre in ambito cinematografico e televisivo. L’artista si è spento domenica 8 Maggio 2016, lasciando la moglie Leah Waggner e quattro figli.
In un’intervista del 2014 Schallert rivelò che soffriva di Neuropatia Periferica, malattia del Sistema Nervoso Periferico che lo ha costretto su una sedia a rotelle negli ultimi anni di vita. Alla domanda riguardo un proseguimento della sua carriera ha affermato: “Recitare in un film o in TV è troppo difficile per me ormai. D’altronde ho fatto la mia parte!

Valeria Brunori

10/05/2016

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *