Un natale al Sud: presentato alla stampa

Un natale al Sud: la nuova commedia natalizia con Massimo Boldi

un-natale-al-sud

Nella splendida cornice di Villa Borghese, presso la Casa del Cinema in Largo Marcello Mastroianni, è presentato alla stampa il nuovo cinepanettone natalizio distribuito da Medusa.

Massimo Boldi intende, però, subito precisare che non si tratta di un vero e proprio cinepanettone, anche perché la pellicola uscirà il 2 Dicembre, in anticipo rispetto alle festività, anche se gli ingredienti, propri del tradizionale film natalizio, sembrano esserci tutti.

Un Natale al Sud: Cast corale tra vecchie e nuove conoscenze

La pellicola si serve di un cast corale che, al fianco dei veterani del genere, rappresentati da Massimo Boldi, Biagio Izzo, Enzo Salvi, Paolo Conticini, trova tutta una serie di giovani attori, provenienti per lo più dal mondo dei social, oltre all’esordio cinematografico di Anna Tatangelo.

Un Natale al Sud: La prima volta di Anna Tatangelo

È la prima volta che la cantante e conduttrice ciociara si presta al mondo del cinema e, a chi gli chiede quali comuni sentimenti ha provato rispetto al suo esordio a San Remo, avvenuto alla tenere età di quindici anni, risponde “l’incoscienza e l’umiltà di entrare in punta di piedi in un mondo a me sconosciuto” Tiene, inoltre, a ringraziare tutto il cast che è riuscita a farle cacciare la sua parte più ironica, quella che difficilmente emerge durante le sue performance canore, in un progetto della quale si sente soddisfatta.

Un Natale al Sud: Boldi e la sua esperienza pluridecennale con il cinepanettone

Era dai tempi di “A Natale mi sposo” del 2010 che Massimo Boldi non interpretava una pellicola natalizia, il genere, probabilmente, più rappresentativo della sua filmografia: “Ormai sono quarant’anni che faccio cinepanettoni. Prima si parlava di uno stile di vita estremamente diverso rispetto a oggi, fatto di belle macchini e alberghi di lusso. Forse oggi il tenero di vita è cambiato, in peggio, ma non la comicità, anzi quella è cresciuta”. In questo film, comunque, non ha abbandonato del tutto il filone che stava seguendo negli ultimissimi anni, quello del matrimonio: “anche in questo nuovo lavoro abbiamo voluto parlare dell’evoluzione del matrimonio nel tempo e dell’amore ai giorni d’oggi”.

Un Natale al Sud: Amore 2.0

Il film porta in scena proprio il mondo degli incontri via Internet, attraverso vicende che nascono da un sito chiamato Cupido 2.0, costruito sulla falsariga dei vari Badoo e Tinder. Come sottolinea il regista, Federico Marsicano, aiuto regista delle precedenti commedie pre-natalizie con Boldi, qui al suo esordio cinematografico: “Tutti i personaggi sono legati in qualche verso a questa chat, si incontreranno tutti al raduno che questo sito ha organizzato in Puglia”. La produzione quindi torna, dopo il film dell’anno scorso “Matrimonio al Sud”, a Polignano, un luogo pieno di suggestioni e bellezze.

Un Natale al Sud: Tutte le webstar

Portano una ventata di freschezza nel cast due giovani youtuber, scelti tra alcune delle più celebri webstar del momento, il napoletano Simone Paciello e il friulano Riccardo Dose, oltre alla cantante, sempre resa celebre dai social, Giulia Penna.

L’appuntamento, con il tradizionale impegno natalizio, è fissato al 2 Dicembre.

Oreste Sacco

29/11/2016

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *