Twin Peaks – 3×01/02: cosa è successo all’Agente Cooper – Spoiler

Twin Peaks – 3×01/02: cosa è successo all’Agente Cooper – Spoiler

Dopo 25 anni di attesa, la terza stagione di “Twin Peaks” è arrivata finalmente in tutto il mondo. Ed è stravagante e affascinante come credevamo.

Twin Peaks: il ritorno dell’Agente Speciale Cooper

Twin Peaks Agente Cooper

A poche ore dalla messa in onda negli Stati Uniti (e in contemporanea su Sky Italia), “Twin Peaks” sta di nuovo facendo parlare di sé.
I fan hanno finalmente ricevuto (alcune) delle risposte che per ben 25 anni sono rimaste in sospeso.

Nell’ultimo episodio della seconda stagione il protagonista della serie, l’Agente Dale Cooper, era rimasto bloccato nella Loggia Nera. Quest’ultima è la dimensione immaginaria simbolo della serie, in cui Cooper incontrava Laura Palmer, la vittima più famosa della storia della TV.
Nei primi due episodi della terza stagione scopriamo che Cooper è rimasto intrappolato nella Loggia Nera per tutto il tempo, senza nessuna coscienza del mondo reale.
Come promesso nel vecchio finale, Laura ricompare e annuncia all’Agente speciale che è il momento di andare.
Ma è solo l’inizio dello stravagante ritorno di “Twin Peaks”.

Twin Peaks: il doppelgänger di Cooper

Una delle novità più interessanti dei primi due episodi della terza stagione di “Twin Peaks” è senza dubbio la presenza del doppelgänger di Cooper. Il doppelgänger è un doppio, molto spesso una versione malvagia dell’originale. In questo caso, Cooper non può scappare dalla Loggia Nera finché il suo crudele doppio non farà ritorno. O perlomeno è questo che gli viene rivelato.
Morti, momenti inquietanti, ambientazioni oscure. “Twin Peaks” non ha avuto paura di riprendere le sue origini. I primi episodi, però, non hanno dato molto spazio all’enigmatica cittadina che da il suo nome alla serie, sebbene abbiamo già visto qualche volto familiare.
Le domande dei fan, però, adesso sono aumentate. Quali saranno le intenzioni del doppelgänger di Cooper?
Il revival potrà contare su ben 18 episodi in tutto: c’è abbastanza tempo per scoprire ogni cosa.

Paola Pirotti
22/05/17

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.