Trono di spade 8: Recensione e Spoiler Episodio 5

Come una regina arroccata nel suo castello, Cersei aspetta l’inevitabile. Jon intanto si confronta con le sue scelte e capisce che seguire il cuore forse non è stata la scelta migliore. Daenerys si rivela una vera Targaryen. Tenetevi forte, ecco la nostra recensione dell’esplosivo quinto episodio dell’ultima stagione de “Il trono di spade”.

Il trono di spade: Scacco matto

Trono di Spade S08 E05 immagine 1

A seguito dell’uccsione di Varys e della conquista della capitale, è ormai chiaro anche a Jon che il percorso di Daenerys non possa che finire spargendo sangue innocente. Dopo aver perso tutti i suoi amici e consiglieri, la ragazza infatti pare abbandonata a se stessa, senza più la capacità di discernere ciò che è giusto da quello che è sbagliato. Significativo è lo scambio che hanno i due nel quale la Madre dei draghi ammette di non sentire l’amore dei cittadini di Westeros cosi come lo sentiva di quelli di Essos. Se non l’affetto“Sarà quindi la paura”. Queste sono le ultime parole che dirà al ex bastardo Stark, riferendosi alla leva che intende sfruttare per instaurarsi sul trono.

Condannare Il Ragno Tessitore è solo l’ultimo tassello di una serie di decisioni che, seppur dettate dal suo desiderio di giustizia, parlano a gran voce della salute mentale precaria della ragazza. Il suo percorso da liberatrice di schiavi a Regina Folle è ormai compiuto, e anche Tyrion a fine puntata sembra convinto della malvagità insita nella donna. Come spettatori siamo sempre stati portati a pensare che il suo potesse essere un percorso che avesse davvero come obbiettivo il bene del regno, anche se pensandoci retroattivamente i suoi metodi, frequentemente drastici e violenti, in quanto essendo rivolti sempre verso persone peggiori di lei, sono stati sempre giustificati.

La presa di coscienza di Jon

Il desiderio di sedersi sul trono ha ormai completamente annebbiato le sue capacità di giudizio, tanto che quando ad Approdo del re, dopo che l’intera flotta e quasi tutte le mura sono crollate sotto le vampate infuocate del suo drago, vengono suonate le campane in segno di resa, la ragazza non contenta decide sostanzialmente di commettere un genocidio da sola a cavallo del suo drago. Questo lascia spiazzato Jon, che fino a poco prima aveva risposto a chiunque mettesse in dubbio le gesta della sua amata che essendo la sua regina lui l’avebbe seguita in ogni caso.

Nel mezzo del caos più assoluto, con palazzi che crollano e persone in fiamme, Jon vede finalmente il vero volto di Daenerys. Probabilmente l’ultima puntata vedrà proprio una guerra civile all’interno della coppia, con conseguenze che ad oggi non possiamo immaginare.

Le cose che si fanno per amore

Cersei osserva immobile dalle mura del castello la disfatta di tutti i suoi sogni di gloria. Nonostante le parole del suo consigliere, la donna non si mette al sicuro finché non è rischio la sua stessa vita. Quello che tutti pensavamo potesse essere uno scontro se non alla pari per lo meno avvincente si rivela presto una vera Caporetto per la regina Lannister che, impietrita, osserva la capitale venire rasa al suolo. Subito dopo la sconfitta del Re della Notte, in molti avevano espresso dei dubbi sul fatto che Cersei potesse essere un cattivo finale degno di questo nome. Pochi di noi avevano pensato che la sua sconfitta, a cinque minuti dall’inizio dello scontro chiaramente inevitabile, potesse essere funzionale alla scoperta che forse il vero pericolo era sempre stato sotto i nostri occhi , ovvero la Madre dei Draghi.

Il percorso di Jamie è ugualmente convulso, perchè dopo aver passato le ultime tre stagioni a redimere il suo nome e a dimostrare il suo essere un uomo d’onore, è strano vederlo tornare tra le braccia della sua amata. Annullando molta della sua crescita come personaggio, Jamie morirà, dopo aver ucciso l’arrogante Euron, insieme alla sorella, stretti in un abbraccio mentre la fortezza sopra di loro crollerà. Umanamente i due dimostrano di essere due persone non necessariamente malvagie ( per quanto entrambi abbiano fatto le loro belle malefatte ) quanto piuttosto principalmente malate a causa del loro amore e dalla responsabilità che sentono venire dal loro nome.

Fortunatamente Jamie, prima di finire il suo percorso in un cerchio che l’ha riportato esattamente dove era partito, ha la possibilità di scambiare delle parole d’affetto col fratello, che prima di liberarlo dalle catene nelle quali era stato imprigionato una volta arrivato a castello, lo ringrazia e lo abbraccia per esserci sempre stato per lui.

Il cuore del Mastino

Sandor Clegane, in quella che forse è la scena più toccante di tutta la puntata, ferma (momentaneamente?) la sete di vendetta di Arya, consigliandole di allontanarsi per non perdere la vita tra le fiamme di Approdo del re. Il loro rapporto è sempre stato uno dei punti di forza della serie e vedere il Mastino comportarsi come un padre con la figlia è stato sicuramente un altro momento molto riuscito.

Immagine 2 Trono di spade S08E05

Quella che segue è una scena che molti aspettavano da troppo tempo. Il Mastino contro la Montagna. Il Cleganebowl. Tra fiamme e detriti, i due fratelli ( di qui uno più essere demoniaco che umano) si scontrano all’ultimo sangue. Constatata l’impossibilità di uccidere il fratello usando i normali mezzi ( la spada o i pugnali) , il Mastino decide di andarsene in grande stile, lanciandosi nel fuoco insieme a lui da un’altezza vertiginosa.

In tutto questo Arya, spaesata e nel panico, tenta la fuga da una città in preda alle fiamme e alla confusione più assoluta. Dopo aver rischiato la vita più e più volte, anche per salvare poveri innocenti, è solo grazie all’arrivo di un angelico cavallo bianco che la ragazza riesce a fuggire dalla città ormai distrutta.

Trono di spade: un futuro incerto

Tecnicamente eccezionale, la puntata regala alcune delle inquadrature migliori di tutta la serie e la sequenza dell’assedio è degna di un blockbuster. La fotografia e i colori sono intensi e il caos è mostrato in tutte le sue conseguenze. Vincente è anche la scelta di mostrare parte dell’attacco dal punto di vista della popolazione cittadina, che senza colpe, si ritrova nel mezzo di un assedio senza sosta.

Ormai è chiaro che Daenerys non sia la persona giusta per il trono. L’ultima puntata probabilmente ci mostrerà un Jon, sempre più simile al padre adottivo in quanto ad onore, diviso tra il cuore e il cervello. Il posto sul trono di spade è vacante, ma non è chiaro se la cosa migliore sia che qualcuno ci si sieda sopra ancora una volta.

Nell’attesa di scoprire cosa succederà, ecco a voi il trailer della prossima puntata!

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *