The Tomorrow War: Amazon si aggiudica il film con Chris Pratt?

The Tomorrow War: Amazon si aggiudica il film con Chris Pratt?

The Tomorrow War”, nuovo film d’azione e fantascienza con Chris Pratt, potrebbe essere lanciato dagli Amazon Studios, senza passare nelle sale cinematografiche. La pellicola, sviluppata e prodotta da Skydance, si dice che abbia toccato prezzi fino a 200 milioni di dollari, ma nulla è ancora dato per certo, poiché i termini finanziari devono essere ancora determinati.

“The Tomorrow War” con Chris Pratt vale 200 milioni di dollari: la scommessa di Amazon

Chris Pratt The Tomorrow War

Amazon avrebbe offerto 200 milioni di dollari per avere il film nel suo listino e distribuirlo sul proprio servizio di streaming, anche se Variety sottolinea che le trattative non si sono ancora concluse.

“The Tomorrow War” infatti oltre alla piattaforma di streaming Amazon Prime Video, ha attirato l’interesse anche di aziende e compagnie importanti, data la celebrità di Chris Pratt. La pellicola è stata accolta in maniera molto positiva da piattaforme come Netflix e Apple, tanto da ritenere che essa possa avere un enorme potenziale commerciale.

Un futuro distopico in guerra contro gli alieni

Il film è ambientato in uno scenario futuristico dove l’umanità sta combattendo contro un’invasione aliena. Per cercare di lottare ad armi pari, gli scienziati sviluppano un modo per arruolare soldati del passato che siano in grado di combattere questa guerra. Sotto la regia di Chris McKay (“Lego Movie”) e la sceneggiatura di Zach Dean, sono presenti attori stellari come Yvonne Strahovski, J.K. Simmons e Keith Powers.

La pellicola doveva essere distribuita dalla Paramount nelle sale cinematografiche il 23 luglio 2021, purtroppo a causa della pandemia il futuro del cinema è incerto e, con esso, le uscite dei film.

Amazon, di questi tempi, e il capo degli Amazon Studios, Jennifer Salke, cerca di mantenere il primato delle piattaforme di streaming per la varietà di contenuti originali e per ogni tipologia di pubblico, arrivando ad intraprendere progetti realmente ambiziosi a livello economico, ma più tradizionali a livello cinematografico, tralasciando le piccole produzioni autoriali.

Nonostante ciò, Amazon è riuscita a realizzare papabili candidati agli Oscar, come “One Night in Miami” e “Sound of Metal”.

La casa di produzione Skydance ha dovuto vendere alcuni lungometraggi ad Apple, per instaurare una collaborazione con le piattaforme di streaming che possa darle manforte a livello economico, data la problematica situazione COVID-19.

Federica Contini

13/01/2021

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *