Taormina FilmFest: rinviata la 66ª edizione

Anche il Taormina FilmFest, giunto alla 66ª edizione, sarà rimandato a data da definire. L’emergenza del COVID-19, che impone il distanziamento sociale per evitare il contagio, sta mettendo a dura prova l’economia tutta, l’arte e qualsiasi attività che raggruppi più persone nello stesso luogo.

Il Taormina FilmFest rinviato a data da definire

Sembra un film distopico, ma è la realtà. Purtroppo il protrarsi dell’emergenza epidemiologica condiziona la nostra vita e ogni forma di attività umana e quotidiana, rendendo il futuro particolarmente incerto. Detto ciò il mondo del cinema è penalizzato non solo per l’immobilità delle produzioni e la chiusura delle sale, ma anche per quel che riguarda le manifestazioni e kermesse che rendono effervescenti le relazioni tra star e pubblico, che spesso si incontrano in dibattiti aperti, e tra produttori e distributori, che si relazionano per le acquisizioni delle varie opere.

Mentre per il Festival di Venezia, il più importante del Paese, è notizia certa che si svolgerà come previsto dal 2 al 12 settembre, diversa è la situazione per il Taormina FilmFest, il cui appuntamento era previsto nel periodo che va dal 24 giugno al 2 luglio, quindi più vicino all’emergenza sanitaria attuale, che impone spirito di sacrificio e senso di responsabilità.

Il Taormina FilmFest, prodotto e organizzato da Videobank S.p.A. su concessione della Fondazione Taormina Arte Sicilia, sotto il patrocinio dell’Assessorato Regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo, giunto alla 66ª  edizione, secondo quanto affermato dal general manager Lino Chiechio, non potrà prender vita: “Ha standard qualitativi che sono propri a un festival internazionale da annoverare tra i più longevi eventi cinematografici europei e nazionali. In ottemperanza allo stato di emergenza già proclamato dal Consiglio dei Ministri, non intendiamo incentivare assembramenti di pubblico e presenze internazionali”.

Kermesse rimandata: una scelta condivisa da molti

Si tratta di un momento storico, quello che stiamo vivendo, assolutamente eccezionale e proprio in conformità ai provvedimenti emanati dal Governo e in adesione alle misure restrittive già impartite, la priorità assoluta di ogni evento di spettacolo è quella di salvaguardare l’incolumità del pubblico.

Anche Manlio Messina, Assessore Regionale per il Turismo, lo Sport e lo Spettacolo, sottolinea che è poco prudente da parte di un ente pubblico favorire la concentrazione di tante persone in spazi come il Teatro Antico, anche perchè a oggi ancora non si conoscono le future misure di protezione da adottare.

Una scelta condivisa da molti a partire dal sindaco Mario Bolognari, seguito dall’azienda leader nel broadcasting video, con a capo Lino Chiechio e Maria Guardia Pappalardo, e la Produzione diretta da Marco Fallanca, con la Direzione Artistica di Leo Gullotta, Francesco Calogero e Francesco Alò.

Il Taormina FilmFest è una kermesse di grande importanza che ospita nello scenario eccezionale del Teatro Antico, sette eventi serali, 90 titoli, molteplici ospiti e tantissimi addetti ai lavori. La Produzione è da molti mesi impegnata nella scelta delle opere, molte visionate nei più importanti mercati europei con costante e vigile attenzione.

Con l’auspicio che la ripresa possa avvenire in tutti i settori del Paese, il Taormina FilmFest, infine, si impegnerà a rinnovare l’appuntamento in un futuro prossimo, per portare avanti la storia di un evento che da 66 anni si è distinto per la sua qualità.

Andrea Racca

21/04/2020

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *