Sully: un protagonista tutto testa e cuore

Sully: un protagonista tutto testa e cuore

Sully: a quanto pare il vero eroe del miracolo dell’Hudson avrebbe da dire molto di più di quanto non abbia fatto Tom Hanks nei panni del pilota eroe in “Sully”.

Sully: la realtà stravolta

sully

Molti particolari legati alla vera vita del pilota sono stati volontariamente omessi dal regista in “Sully”, poiché potrebbero risultare agli occhi del pubblico eccessivi, ma nella realtà dei fatti non lo sono assolutamente.

La vita del vero pilota, che Tom Hanks interpreta nel film diretto da Clint Eastwood, è stata molto più ricca, e non solo di emozioni e problemi, rispetto a quella che abbiamo potuto apprezzare nella pellicola disponibile in sala da giovedì 1 dicembre.

Quella che abbiamo visto in “Sully”, non è stata premonizione qualsiasi, è stata la sua esperienza a parlare.

Tom Hanks in “Sully” è un pilota con alle spalle migliaia di ore di volo accumulate in 40 anni di onoratissima carriera al servizio dell’aereonautica civile e non solo, nel suo curriculum è attestata la partecipazione del pilota in tantissimi corsi riguardanti la sicurezza.

Sully: le amare sorprese della vita

Sullenberg ha collaborato persino con la NASA per redigere un documento di carattere scientifico riguardo tutte le situazioni che possono indurre a commettere errori nell’aviazione, inoltre, prima dell’evento che lo ha visto protagonista, è stato lui stesso un membro del centro investigativo per i disastri aerei.

Ma paradossalmente, dopo l’incidente, nonostante Sullenberg abbia salvato centinaia di vite umane, è stato lui stesso oggetto a numerosi indagini, per scoprire le cause dell’accaduto.

Grazie al lavoro investigativo svolto in passato dallo stesso pilota, molti sistemi di sicurezza sono stati perfezionati arrivando a garantire anche oggi dei viaggi sempre più sicuri e privi di rischio.
Ma non è stato solo il suo ricchissimo curriculum a fare di quest’uomo un’eroe, quanto più il suo temperamento assolutamente calmo e la sua mano ferma, tant’è vero che la frase detta appena effettuato l’atterraggio di emergenza “Beh non è andata male come credevamo” non viene detta solo nel film ma l’aveva detto anche il vero Sullinberg. Che ha fatto un gesto da vero eroe, con una naturalezza che potrebbe stupire chiunque.

Non è solo un pilota ma un uomo dotato di una umanità che potrebbe fare invidia a molti e da qui se ne deduce la grandezza di un uomo che forse da sempre è stato destinato a gesta straordinarie.

Corrado Zocco
05/12/2016

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *