Suicide Squad: James Gunn parla del personaggio King Shark

Suicide Squad: James Gunn parla del personaggio King Shark

Il regista James Gunn, attraverso un Twitter, spiega perché nel secondo film “Suicide Squad”, King Shark è uno squalo bianco con la “pancetta”

King Shark: lo squalo umanoide in “Suicide Squad”

King Shark

King Shark è il personaggio che ha riscosso il maggior successo dopo l’uscita del primo trailer di “Suicide Squad – Missione suicida”. C’è da aspettarselo quando c’è Sylvester Stallone che presta la sua voce a un gigantesco squalo umanoide a cui piace staccare la testa ai cattivi. Quello che è emerso però, è la sostanziale differenza tra il personaggio dei fumetti e quello che ritroveremo sullo schermo.

James Gunn infatti attraverso una serie di tweet, ha rivelato alcune informazioni riguardo la progettazione del personaggio di King Shark. Di fatti risulta poco atletico e con qualche chilo di troppo. Una decisione presa per allontanarsi dallo stereotipo del corpo atletico ad avvicinarsi a quella di un personaggio un po’ più umano. Contemporaneamente, il regista e il suo team di design hanno deliberatamente cercato di evitare di attirare l’attenzione del pubblico lungo le stesse linee di un Baby Yoda o di Groot del film “Guardiani della galassia Vol. 2”, creando così un personaggio meno carino del solito.

Perché uno squalo bianco?

King Shark

Nei fumetti, King Shark è stato disegnato con le fattezze di uno squalo martello, ma secondo James Gunn questo design nel film non avrebbe funzionato. Le ragioni sono per lo più pratiche, legate agli effetti speciali e ai punti di riferimento per gli altri attori per il contatto visivo con King Shark, e così è stato deciso di renderlo uno squalo bianco. Questo nuovo “design” ha una vaga somiglianza con quello apparso nella serie animata “Harley Quinn”, ma stando al regista, quella è una coincidenza perché lo show è andato in onda dopo che le riprese di “Suicide Squad

Un’ultima nota di James Gunn riguarda un dettaglio particolarmente emozionante del trailer che vede King Shark spezzare in due un uomo: “In questa scena lo squalo è ricreato attraverso la computer grafica, ma la persona è reale…cioè non veramente reale poiché questa è stata generata tramite il nostro team di effetti speciali” ha affermato 

Per vedere King Shark è il resto dei supercattivi in “Suicide Squad – Missione Suicida dovremo aspettare l’uscita del film prevista per il mese di agosto.

Francesca Reale

29/03/2021

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *