Stranger Summer Party: serata a tema “Stranger Things”

Venerdì 5 luglio si è tenuto alla piscina delle Rose di Roma, lo Stranger Summer Party, l’evento dedicato all’uscita della terza stagione di “Stranger Things, la serie tv di Netflix creata dai fratelli Duffer e diventata già un cult.

Stranger Things: un tuffo negli anni Ottanta

Stranger Things evento

Alle 19, orario di inizio della serata, la fila era già lunga e sono state tante le persone di ogni età venute per partecipare, alcune vestite a tema o con l’abbigliamento ispirato allo show. Hanno colorato la scena dunque gonne, rossetti e ombretti dai colori sgargianti, camicie che invece di essere a pois avevano come fantasia tanti piccoli demogorgoni, e infine pantaloncini rossi firmati Hawkins pool.

Una volta varcata la soglia di ingresso tutti sono stati subito catapultati negli anni ’80.

La musica, infatti, non poteva che essere in linea con questo ritorno al passato e per tutta la sera si sono potuti ascoltare i brani pop più celebri del periodo. Si è attinto a pellicole quali “Flashdance”, “Footloose” e “Rocky“, oltre all’immancabile Cyndi Lauper con la sua “Girl Just Want to Have Fun” e ad alcuni brani già sentiti nella colonna sonora all’interno della serie, come “Should I Stay or Should I Go”.

Una serata in piscina tra demogorgoni, polaroid e hot dog

Stranger Thinks serie tv 3

Il sottofondo musicale era però soltanto uno dei tantissimi aspetti che sono stati curati per l’occasione, perché oltre ai poster dei protagonisti di “Stranger Things”, varie sono state le attrazioni che hanno immerso i presenti in una piscina in perfetto stile statunitense.

A ogni partecipante, infatti, sono stati offerti una serie di gadget tra cui la borsa in tela, la maglietta o l’asciugamano da spiaggia per guardare le puntata a bordo piscina, il poster e gli adesivi. Ma non solo, ognuno ha anche avuto a disposizione una serie di ticket corrispondenti a un cibo o una bevanda da richiedere ai vari stand sparsi per la location. Il menù comprendeva una scelta tra un hamburger o un hot dog on stick, una bibita gassata, lo zucchero filato e gli immancabili pop-corn. Presente inoltre il furgoncino dei gelati, in cui il cono o la coppetta venivano serviti da una ragazza con una divisa alla marinara, proprio come quella di Robin, il nuovo personaggio della stagione che insieme a Steve lavora in una gelateria. La giovane new entry è interpretata da Maya Thurman Hawke, la figlia di Uma Thurman e Ethan Hawke.

Per quanto riguarda invece le attrazioni disseminate per il parco, ad accogliere da subito i partecipanti era presente uno stand della Lego, che offriva una cornice in costruzioni a tema “Stranger Things” per realizzare una foto. Inoltre, sono stati messi a disposizione alcuni mattoncini gialli per creare il proprio Eggo waffle, il biscotto di cui la protagonista Undici è ghiotta.

Chi ha paura del demogorgone?

Ma per gli amanti delle foto ricordo le sorprese non sono finite, perché è stato possibile ottenere anche una polaroid che aveva come sfondo i giochi d’artificio. Quest’ultimi riprendevano la scenografia dei poster dello show e richiamavano le celebrazioni della festa del 4 luglio, data del Giorno dell’Indipendenza e anche dell’uscita della nuova stagione.

Un altro angolo era invece dedicato alla realtà virtuale, per cui utilizzando l’apposito visore e due joystick, che avevano la forma delle iconiche luci natalizie della serie, era possibile immergersi nella casa di Will.

Per il resto della location si trovavano poi vari giochi come tavoli da ping pong, biliardini e infine alcuni videogiochi, tra cui quello ispirato a “La famiglia Addams” e allo stesso “Stranger Things.

Ma tra gli elementi di questa colorata e curata scenografia un posto d’onore non poteva che occuparlo la piscina, elemento simbolo dello show. Il divieto di farsi il bagno era segnato da un nastro giallo su cui era scritto “Scena del crimine, non oltrepassare”. Ma per chi fosse stato ancora così temerario da pensare di ignorare l’ammonimento, a renderlo ancora più esplicito e d’impatto ci ha pensato un demogorgone che spuntava dall’acqua, con il quale tutti i ragazzi presenti alla serata non hanno potuto non fare una foto. C’è chi lo ha abbracciato semplicemente come si trattasse di una semplice mascotte e non della temibile creatura del sottosopra, e chi invece ha puntato su uno scatto più originale e in linea con il personaggio, sfoggiando una faccia spaventata o sdraiandosi a terra come catturato dal mostro.

Anche Dustin e Lucas di “Stranger Things” sul palco dello Stranger Summer Party

Stranger Things 3

Prima di immergersi nelle prime due puntate della terza stagione di “Stranger Things, sono arrivate le guest star della serata: Gaten Matarazzo, che interpreta il buffo e simpaticissimo Dustin, e Caleb McLaughlin, che invece veste i panni di Lucas.

I due ragazzini sono saliti sul palco, apparendo entrambi euforici, ridendo, scherzando e godendosi gli applausi. La prima domanda che è stata loro rivolta ovviamente riguardava l’Italia, dove sono venuti in visita per la prima volta, e in particolare come si sono trovati. Le risposte dei due giovani attori sono state brevi ma incisive, “fantastica” hanno affermato, entrambi colpiti dall’accoglienza calorosa che hanno ricevuto.

Dopo il classico selfie di rito con il pubblico, l’argomento si è spostato sulla serie tv e nello specifico sugli anni Ottanta. Non a caso l’hashtag della serata era #Stranger80s, per cui il presentatore ha chiesto qual è stata la cosa più strana che loro, nati dopo il 2000, hanno scoperto sul decennio in cui è ambientato lo show. Lucas ha risposto che a stupirlo sono stati gli anni Ottanta stessi in generale, ma anche lo slang che veniva utilizzato in quel periodo. Invece alla domanda su quale dei loro personaggi sia il più cool, ognuno ovviamente ha tirato acqua al proprio mulino. Così mentre l’attore di Dustin ha puntato sulle sue doti da piccolo inventore, facendo riferimento in particolare allo strumento da lui creato per comunicare con la sua fantomatica ragazza durante il primo episodio, l’interprete di Lucas ha puntato invece sulla sua bandana e sulla fionda. Peccato, ha confessato Caleb, non averla portata con sé altrimenti avrebbe mostrato a tutti le sue capacità.

Un’altra domanda è stata fatta sul famoso verso fatto da Dustin, il “grrr”, diventato ormai marchio di fabbrica del suo personaggio, e che l’attore ha confessato di aver creato prendendo in giro e cercando di riprodurre il verso del gatto del collega Caleb. Anche McLaughlin e il conduttore si sono cimentati nell’imitazione, ma ovviamente a nessuno dei due è riuscita bene come all’originale.

Durante l’intervista, inoltre, è stato notato tra il pubblico un ragazzo con un aspetto familiare. Si trattava di un fan che per l’occasione ha deciso di adottare un look che ricordava molto lo stile di Dustin, con il suo cappellino giallo e verde.

Una sfida a calcio balilla prima di immergersi nelle nuove puntate della serie

Stranger Thinks piscina

Infine è stato svelato il ruolo del biliardino al centro del palco: i due amici si sono sfidati a una partita di calcio balilla e nel frattempo hanno continuato a rispondere alle domande riguardanti la serie. Non prima però di aver pronunciato la parola biliardino e, anche se non è tra le più semplici per uno straniero, hanno entrambi dimostrato di cavarsela bene anche con questa prova. Finito il gioco i giovani attori si sono allontanati salutando i presenti con la frase “It was bello. Ciao”.

La piscina si è trasformata così in un cinema all’aperto, in cui lo schermo su cui sono stati proiettati i primi due episodi della terza stagione di “Stranger Things” si è riflesso sull’acqua sottostante, dando vita a un azzeccato e suggestivo effetto sottosopra.

Maria Concetta Fontana

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *