Quantico – Recensione

“Quantico” la nuova serie della ABC segue la scia di “Grey’s Anatomy” e “Homeland” senza mostrare originalità

Quantico

“Quantico” è l’ultima serie che va ad arricchire il “Sunday Night” della ABC, il famoso network americano. La serie è stata prodotta da Mark Gordon e sembra colpire sin da subito, promettendo una narrazione forte e di grande impatto e proponendosi come un thriller spionistico dai connotati del tutto differenti rispetto a ciò al quale eravamo abituati.
“Quantico” è il luogo in cui vengono reclutati i futuri agenti dell’ FBI, selezionati dopo prove ed esami in grado di includere solo le matricole migliori. L’intera serie è costituita da un cast giovane, promettente e composto da volti per lo più sconosciuti al piccolo schermo. La storia è attraversata da due linee narrative distinte: una parte guida lo spettatore alla conoscenza dei personaggi principali, tutti belli e aitanti, dall’altra siamo proiettati in un futuro minaccioso, e distante appena nove mesi, che rivela sin da subito la presenza di una talpa all’interno dell’Accademia in grado di mettere a punto il peggiore attacco terroristico dopo l’11 settembre.

Il plot di “Quantico” sorprende proprio per la sua linea narrativa inedita, dal trailer la serie sembra seguire un ritmo serrato e coinvolgente in grado di far emergere un cast compatto dotato di una complessità psicologia profonda. Il telefilm si propone come una miscela di generi: dal drama al thriller. La ABC sembra conoscere i gusti del pubblico, alla ricerca di un prodotto accattivante e in grado di regalare un po’ di adrenalina senza scadere nel visto.

Quantico: una serie che non riesce a realizzare le proprie premesse

Queste erano le premesse iniziali quando è stato diffuso il trailer, seguito da una campagna pubblicitaria senza pari. Eppure, tutte le speranze di vedere una serie televisiva innovativa e frizzante sono sfumate dopo i primi episodi. “Quantico” si rivela un perfetto mix tra “Grey’s Anatomy” e “Homeland”. Senza scendere nel particolare – qualora qualcuno volesse dare una chance alla serie – basti sapere che i personaggi sono tutti estremamente patinati ed irreali: belli, ambiziosi, disposti a far tutto per difendere la propria patria e dotati di talenti eccezionali che vanno dal parlare tredici lingue, all’ideare bombe con nucleo ad uranio senza per altro mostrare danni collaterali dovuti alle radiazioni. Poco credibile dunque ed estremamente romanzati.

Il primo episodio vede Alex – protagonista assoluta – prepararsi a raggiungere l’Accademia; durante il volo che la porterà a Quantico la giovane matricola si concede un incontro sessuale occasionale con un affascinante sconosciuto che scoprirà poi essere un altro cadetto destinato ad arricchire le file di candidati agenti del FBI. Le matricole con le quali Alex si trova a confrontarsi sono un mix equilibrato di tutte le razze che ricorda il nutrito gruppo di medici di Seattle ideato da Shonda Rhimes. Le analogie con “Grey’s Anatomy” sono palesi e la ABC non ha tentato di nasconderle, dichiarando fin da subito “Quantico” un incrocio tra l’omonimo medical drama e “Homeland”. Il telefilm assume un tono più serio nella seconda parte della stagione, quando prendono il sopravvento elementi spionistici che rivelano l’ambizione dei produttori di ricreare le atmosfere di “Homeland”: Alex è ricercata a causa della sua implicazione nell’attentato terroristico al Grand Central di New York.

La serie si rivela una parziale delusione, le promesse iniziali erano davvero avvincenti, peccato la sceneggiatura non sia riuscita a mantenerle; ci si ritrova dunque spiazzati da un telefilm che vorrebbe riuscire ma è invece l’ibrido di troppi generi, senza riuscire a realizzarne veramente uno. Nota positiva: Pryanka Chopra, rivelazione del panorama televisivo occidentale, mentre già notissima stella di Bollywood ed ex Miss Mondo; che si rivela adatta ad interpretare ruoli action.

“Quantico” è consigliata per un pubblico intenzionato a seguire un racconto non impegnativo, piuttosto prevedibile ma abbastanza romanzato da coinvolgere gli amanti dei drama e delle soap.

Angelica Tranelli

25/05/2016

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *