Puffins: Johnny Depp a Roma per presentare la web serie

Puffins: Johnny Depp a Roma per presentare la web serie

Arriva una star! Come se non se ne vedeva da tanto in quel di Roma, così i fans sono impazziti per Johnny Depp, nella capitale per presentare “Puffins”. Centinaia ad attenderlo in aeroporto, o davanti all’albergo, e ad aspettare con pazienza l’arrivo sul red carpet della Festa del Cinema di Roma 2021. Roma per un attimo è tornata indietro nel tempo, a quando, prima della pandemia, per le vie del centro si andava a caccia di divi cui chiedere un selfie o un autografo.

I produttori presentano la serie ad Alice nella città

 depp foto

L’attore statunitense ha sorvolato l’oceano per venire a Roma a presentare la web serie d’animazione “Puffins”, un prodotto tutto italiano che ha costruito sull’attore uno dei suoi personaggi principali, Johnny Puff.

Il produttore Iervolino ha spiegato come “questo è un formato del quale la nostra azienda ha il primato in tutto il mondo, ci siamo concentrati su un linguaggio nuovo, perfetto per le nuove generazioni.  Il formato da 5 minuti, con ogni episodio indipendente, che manda un messaggio educativo, la qualità SGI che viene usata al cinema, esserer lo spin off di “Artic”, e avere una star come Johnny che parla una nuova lingua, sono gli elementi che hanno fatto diventare “Puffins” una serie di grande successo. Noi abbiamo deciso di fare il blockbuster dello short, e qui non abbiamo concorrenza. Questo è un prodotto completamente iraniano con il 46 % donne tra tutti coloro che hanno contribuito alla sua realizzazione, distribuito in 90 paesi al mondo”.

Il divo americano conquista Roma

Depp prende la parola e spiega il suo coinvolgimento nel progetto: “Quando sono stato avvicinato per realizzare il progetto e abbiano parlato di questa possibilità, di poter creare una lingua, mi ha attirato molto. Ho cercato di documentarmi, ho studiato quali sono i suoni ai quali reagiscono i bambini, volevo capirlo da un punto di vista scientifico. E’ stato molto bello essere supportati dalla produzione, sperimentare la loro pazienza, mi hanno supportato”. Depp ha così creato un linguaggio tutto suo col quale far parlare Johnny Puff.

Depp ha un sodalizio incredibile con gli spettatori più giovani, una sorta di relazione speciale che si reitera ad ogni suo lavoro, dai tempi di “Edward mani di forbice” a “Puffins”, passando per “I pirati dei Caraibi”.

“Ho avuto l’opportunità di affrontare diverse sfide, e affrontare personaggi che sono stati accolti con gioia. Da ragazzino a 6,7 anni, vedevo molti film muti, maestri di quest’arte, i film muti rappresentano una grandissima sfida. Non hai il lusso delle parole per poterti esprimere, è una sfida ulteriore, devi esprimerti con gli occhi.  Ho accettato la grande sfida di interpretare Johnny Puff perchè significava infiltrarmi in campo nemico, per allargare i confini del mio personaggio. Ho accettato questa sfida cercando di comunicare coi bambini, per farli divertire”, ha detto l’attore.

Maria Grazia Bosu

17/10/2021

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *