Press – Storie di false verità

Press – Storie di false verità

  • Regia: Paolo Bertino, Alessandro Isetta
  • Cast: Mario Acampa, Gianluca Guastella, Pietro Casella, Thomas Tinker, Alberto Barbi, Sonia Caramma, Giulia Cotugno, Pierre Lucat, Lia Tomatis, Stefania Stirone
  • Genere: Commedia, colore
  • Durata: 90 minuti
  • Produzione: Italia, 2015
  • Distribuzione: Cinecittà Luce
  • Data di uscita: 7 Luglio 2016

Press - Storie di false veritàCome nasce uno scoop? Quanto è vero un reportage giornalistico? I registi Paolo Bertino e Alessandro Isetta provano a dare una risposta divertente a queste domande attraverso una parodia comica del mondo giornalistico. "Press - Storie di false verità" mostra come una semplice notizia possa diventare uno scoop: esiste una sottile differenza tra il raccontare una storia o un fatto così com’è e trasformarlo, attraverso un pizzico di fantasia, in una notizia completamente nuova!

Maurizio e Luca sono dipendenti di una rete televisiva regionale (Rete Unità Due). Maurizio è un giovane giornalista intraprendente, Luca è il suo cameraman. Preoccupato per gli imminenti tagli al personale e stanco dei noiosi servizi che gli vengono affidati, Maurizio decide di renderli più interessanti e curiosi, reinventandoli e modificando leggermente la realtà dei fatti. Luca, pur non essendo d’accordo, partecipa all'operazione. I servizi giornalistici vengono ritoccati in maniera sempre più spudorata, ed hanno sempre più successo, ma tra Luca e Maurizio nasce un forte conflitto sull’etica del lavoro. Il direttore, una volta scoperto l’imbroglio, informa Maurizio che se la verità dei fatti trapelasse, la responsabilità del grave gesto cadrà unicamente su Maurizio: la sua carriera sarebbe rovinata. Il termine ultimo dei tagli al personale si avvicina e Maurizio nonostante tutto sia ancora tra i principali candidati al licenziamento, in più annebbiato dal bisogno incessante di far successo, decide di inventarsi l'ultima notizia, sconcertante, stupefacente e che faccia scalpore. Il loro servizio, verrà accolto con applausi e ovazioni dai colleghi, come i due protagonisti avrebbero voluto, questa volta però il successo dovrà fare i conti con la loro umanità…

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *