Peter Dinklage: “Il trono di Spade” ha offeso molte persone

Peter Dinklage: “Il trono di Spade” ha offeso molte persone

Peter Dinklage, uno dei protagonisti dell’acclamata serie “Il trono di Spade” ha ammesso che la serie di successo della HBO non ha lasciato i fan esattamente gratificati dal suo finale.

Il trono di Spade: un finale che non va giù

Peter Dinklage Il trono di Spade

Peter Dinklage ha affermato di aver ricevuto molte critiche dai fan in merito al finale della serie tv che lo ha reso famoso.

Queste le sue parole:

“Te lo ricordano quotidianamente i fan. […] Se qualcuno ama qualcosa ha la sua versione nella testa, quindi abbiamo ricevuto critiche in anticipo. […] Alcuni si sono arrabbiati. Ma se fai appello a tutti stai facendo qualcosa di sbagliato. E abbiamo offeso molte persone”.

Come il suo personaggio Tyrion Lannister, Peter Dinklage è un maestro nel trasformare una frase. Dicendo che “hanno offeso molte persone”, Dinklage in realtà sta portando la controversia sul finale di “Il trono di Spade”.

Come attore, Dinklage ha chiaramente stabilito uno standard per se stesso in termini di performance: è lì per dare il meglio di sé e non si preoccupa completamente di cercare di accontentare tutti nella folla. È una filosofia intelligente in un momento in cui i social veicolano il parere del pubblico su un film o una serie tv, poiché non c’è mai un consenso su nulla, mai. I fan stanno ancora usando i social media per discutere sui finali delle serie della HBO (“I Soprano”, “The Wire”) andati in onda prima ancora che esistessero le piattaforme dei social media; le discussioni sull’ultima stagione di “Il trono di Spade” sono tutt’altro che finite.

L’assenza di un personaggio

Dinklage è stato molto audace nell’affrontare le critiche dei fan sull’ultima stagione della serie da lui interpretata.

Alla fine Peter Dinklage ha ammesso quanto gli mancasse “Il Trono di Spade” e il suo personaggio di Tyrion Lannister:

“Mi manca Tyrion. Era semplicemente adorabile, divertente e gli sceneggiatori sono stati intelligenti non solo nel dargli le battute, ma anche facendolo essere qualcosa di più in un mondo prevenuto nei suoi confronti. All’inizio di ogni stagione ricevevamo tutte e 10 le sceneggiature, come in un romanzo. Le esaminavo avidamente. Non per scoprire se il mio personaggio fosse morto, ma solo per godermelo. È stata davvero una gioia”.

“Il Trono di Spade” è attualmente in streaming su HBO Max negli States. La serie prequel “House of the Dragon” sarà presentata in anteprima entro la fine dell’anno.

Roberta Rosella

10/01/2022

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.