Parallel Mothers: il trailer del film di Pedro Almodóvar in concorso al festival di Venezia

Parallel Mothers: il trailer del film di Pedro Almodóvar in concorso al festival di Venezia

“Parallel Mothers” vede ancora protagonista una delle attrici preferite di Almodóvar, Penélope Cruz.

Parallel Mothers: Penelope Cruz ancora in un film di Almodovar

Sony ha rilasciato il trailer di “Parallel Mothers” (Madres Paralelas), il nuovo film dell’acclamato regista spagnolo Pedro Almodóvar. Previsto per l’apertura della 78a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Il breve trailer stuzzica la trama di “Parallel Mothers” mostrando il percorso di vita di due donne che partoriscono lo stesso giorno. Le protagoniste sono Milena Smit e la collaboratrice di lunga data di Almodóvar, Penélope Cruz. Il trailer mostra anche Julieta Serrano e Rossy de Palma, che hanno anche lavorato con Almodóvar nei film precedenti, fanno parte del cast del film.

Scritto e diretto da Almodóvar, “Parallel Mothers” è il ventiduesimo lungometraggio della prolifica carriera del regista. In precedenza ha vinto l’Oscar per il miglior film straniero con “Tutto su mia madre” del 1999 e la migliore sceneggiatura originale con “Parla con lei” del 2002. Cruz è stata anche nominata per gli Academy Awards come migliore attrice per il suo lavoro in “Volver” di Almodóvar del 2016, che le ha anche dato il premio come migliore attrice a Cannes. Sarà sicuramente interessante vedere come questo film farà emergere il talento sia del regista che della sua attrice preferita. Il cast di Parallel Mothers comprende anche Aitana Sánchez-Gijón e Israel Elejalde.

“Parallel Mothers” avrà la sua anteprima mondiale all’apertura della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia il 1 settembre. 

La sinossi ufficiale del film

Parallel Mothers - scena film

Due donne, Janis (Cruz) e Ana (Smit), sono entrambe nella stessa stanza d’ospedale dove stanno per partorire. Entrambe sono single e sono rimaste incinte per caso. Janis, di mezza età, non se ne pente ed è esultante. L’altra, Ana, un’adolescente, è spaventata, pentita e traumatizzata. Janis cerca di incoraggiarla mentre si muovono come sonnambuli lungo i corridoi dell’ospedale. Le poche parole che si scambiano in queste ore creeranno un legame strettissimo tra le due, che il caso si impegnerà a sviluppare e complicare in modo così decisivo da cambiare la vita di entrambe.

Francesca Reale

27/07/2021

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *