Paolo Sorrentino: stop al progetto per il film su Berlusconi

Paolo Sorrentino: stop al progetto per il film su Berlusconi

Paolo Sorrentino: quello che ormai sembrava un progetto prossimo alla produzione, è stato interrotto ancora prima di nascere, le riprese del nuovo film su Berlusconi non inizieranno mai.

Paolo Sorrentino: il progetto misteriosamente interrotto

Paolo Sorrentino

In molti negli ultimi mesi avevano dato per certo la produzione imminente del nuovo film di Paolo Sorrentino su Berlusconi, ma per cause sconosciute, il lavoro di produzione, che sarebbe dovuto iniziare per l’estate del 2017, non sarà mai avviato.

Ciò che viene da pensare a molti è che dietro allo stop nei confronti della pellicola firmata Sorrentino, ci siano delle ragioni molto più grandi di quelle che sono state effettivamente esposte al pubblico.

La realizzazione del film avrebbe potuto fare da specchio a quelli che sono stati i temi più scottanti  della politica degli anni ormai passati, questioni che in un certo senso, risuonano anche oggi a gran voce e che potrebbero far emergere nuove polemiche. Da qui si potrebbe desumere la fatidica decisione che ha portato il regista a fare un passo indietro, ma sarà veramente questo il motivo che ha decretato il fatidico ‘stop’? La verità rimane avvolta nel mistero.

Paolo Sorrentino: tutta la verità

Non è facile capire quali siano state le cause reali che hanno portato a bloccare lo sviluppo del progetto, anche perché la dichiarazione rilasciata dal regista alla stampa è la seguente: “Ad oggi, non ho un progetto preciso per un film da girare il prossimo anno. Ho pensato di scrivere una sceneggiatura su Silvio Berlusconi, ma è una storia complessa e, non sempre, si riescono a fare i film che si vorrebbe”.

La risposta non è sicuramente tra le più convincenti, se prendiamo anche in considerazione che è un regista che ha vinto l’Oscar ed ha realizzato un’opera cinematografica a dir poco monumentale come “La Grande Bellezza”.

L’unica cosa a cui si pensa in tali circostanze è che ci sono senza alcun dubbio forze molto più grandi dietro a una decisione così irruenta e non rimane che rifletterci su e fare le giuste ipotesi.

Corrado Zocco
30/11/2016

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *