Oscar 2016: Miglior Attrice Protagonista

Oscar 2016: Miglior Attrice Protagonista – In gara Brie Larson (“Room”), Cate Blanchett (“Carol”), Jennifer Lawrence (“Joy”), Charlotte Rampling (“45 anni”) e Saoirse Ronan (“Brooklyn”).

Oscar 2016: Miglior Attrice Protagonista – And the Oscar goes to… Brie Larson – Room

Oscar 2016: Miglior Attrice Protagonista

Brie Larson – Room

Brie Larson è un’attrice e cantante statunitense poco conosciuta, che ha recitato per lo più in serie TV o film minori che non l’hanno aiutata a farsi conoscere al grande pubblico. “Room” è stata la sua prima vera occasione per mostrare il suo indiscusso talento, che le è valso un meritatissimo premio Oscar. Nel film Brie Larson interpreta una donna tenuta prigioniera in un capanno per 7 anni da un uomo che l’ha rapita quando era poco più che adolescente, e si ritrova a condividere la prigionia con un figlio nato dai numerosi abusi, che lei comunque ama più di ogni altra cosa al mondo. L’attrice è incredibile nel trasmettere la frustrazione e la disperazione della donna, trattenute la maggior parte del tempo nel tentativo di rendere il migliore possibile la vita del bambino.

Oscar 2016: Miglior Attrice Protagonista – Le candidate

Cate Blanchett – Carol

Cate Blanchett è una nota attrice di successo australiana che lavora da vent’anni in campo cinematografico e vanta un curriculum estremamente poliedrico. La Blanchett non si è infatti mai tirata indietro di fronte a un ruolo ed ha sempre dato il meglio di sè, ottenendo due statuette, la prima nel 2005 come Miglior Attrice Non Protagonista per “The Aviator” e la seconda nel 2014 come Miglior Attrice Protagonista per “Blue Jasmine”. Quella del 2016 è inoltre la sua quinta nomination, le quattro precedenti per “Elizabeth” (1999 – Protagonista), “Diario di uno scandalo” (2007 – Non Protagonista), “Io non sono qui” (2008 – Non Protagonista) e “Elizabeth – The Golden Age” (2008 – Protagonista).
Al grande pubblico Cate Blanchett è nota soprattutto per aver interpretato la regina degli elfi Galadriel nella trilogia de “Il Signore degli Anelli” diretta da Peter Jackson e la regina Elisabetta I d’Inghilterra nei due film storici a lei dedicati “Elizabeth” e “Elizabeth – The Golden Age” di Shekhar Kapur. Recentemente ha inoltre interpretato la matrigna cattiva in “Cenerentola” di Kenneth Branagh.

Charlotte Rampling – 45 anni

Charlotte Rampling ha iniziato il suo lavoro di attrice nel 1965 e, pur avendo ottenuto una certa notorietà e vari apprezzamenti, non è mai riuscita a ‘sfondare’ nel significato moderno della parola, tanto che questa è stata la sua prima nomination all’Oscar in cinquant’anni di carriera. La Rampling ha lavorato sia per il cinema che per la televisione e da giovane era considerata una donna molto bella, cosa che la aiutò nel 1963 a debuttare come modella, lavoro che le permise di accedere al mondo della recitazione.

Jennifer Lawrence – Joy

Jennifer Lawrence è considerata un’attrice prodigio: il suo primo film, “The Poker House” risale al 2008 e da allora, in soli 8 anni, la Lawrence ha collezionato 19 film, 3 nomination (le altre due per “Un gelido inverno”, 2011, e “American Hustle – L’apparenza inganna”, 2014) e un Oscar alla Miglior Attrice Protagonista per “Il lato positivo – Silver Linings Playbook” (2012), nonchè altri numerosi premi.
Jennifer Lawrence è diventata inoltre famosa in tutto il mondo per aver vestito i panni di Katniss Everdeen, protagonista della saga “Hunger Games” e la versione ‘giovane’ di Mystica, una degli X-Men, in alcuni dei film della serie: “X-Men – L’inizio” (2011), “X-Men: Giorni di un futuro passato” (2014) e “X-Men: Apocalisse” (2016).

Saoirse Ronan – Brooklyn

Saoirse Ronan ha iniziato a lavorare come attrice a soli 13 anni, ricevendo inoltre una nomination all’Oscar come Miglior Attrice Non Protagonista per “Espiazione” (2007). Ha partecipato ad alcune grandi produzioni come “Amabili resti” (2009) di Peter Jackson e “Grand Budapest Hotel” (2014) di Wes Anderson.
Nonostante le sue capacità recitative un po’ altalenanti, Saoirse Ronan sembra migliorare sempre più con il passare degli anni: senza dubbio una di quelle attrici da tenere d’occhio per il futuro.

Giuliano Vizzaccaro

29/02/2016

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *