Nuovo calendario della Warner Bros.: “The Batman” posticipato al 2022

The Batman” non uscirà più nelle sale nel 2021. In un’altra importante revisione del calendario delle uscite, la Warner Bros. ha ritardato l’avventura dei fumetti e una serie di altri film, tra cui “The Flash” e “Shazam 2“. Anticipata invece la release di “Matrix 4

Calendario della Warner Bros. aggiornato: “The Batman” previsto per il 4 marzo 2022, “Matrix 4” anticipato

The Batman foto

The Batman” -con Robert Pattinson nei panni del Crociato incappucciato- era programmato per il 1 ° ottobre 2021. Ora, l’uscita è prevista per il 4 marzo 2022.

Tutto parte dallo slittamento del film fantascientifico “Dune” di Denis Villeneuve: questo è stato presentato in anteprima il 18 dicembre e è uscito nelle sale il 1° ottobre 2021, data precedentemente detenuta da “The Batman”.

Altri cambiamenti significativi includono “Matrix 4“, diretto da Lana Wachowski, che sarà disponibile diversi mesi prima del previsto: l’imminente thriller fantascientifico -che vede il ritorno di Keanu Reeves e Carrie-Anne Moss– era stato programmato per il 1° aprile 2022, mentre ora debutterà il 22 dicembre 2021.

Lo studio prevede inoltre di rilasciare due film ancora da annunciare il 3 giugno 2022 e il 5 agosto 2022.

A sua volta, “The Flash” con Ezra Miller ha lasciato lo slot del 3 giugno 2022 e si è trasferito al 4 novembre 2022.

Anche “Shazam 2” è stato posticipato dalla data del 4 novembre 2022: arriverà il 2 giugno 2023.

Inoltre, l’avventura di supereroi “Black Adam” (precedentemente fissata per il 22 dicembre 2021) e l’adattamento del videogioco “Minecraft” (originariamente previsto per il 3 marzo 2022) sono stati rimossi completamente dal calendario di uscita.

Per quanto riguarda il futuro prossimo, “Wonder Woman 1984” uscirà come previsto il 25 dicembre 2020. Insieme a “Soul” della Pixar, il sequel di supereroi guidato da Gal Gadot è un film degno di nota nonché uno dei pochi che non si sono completamente arresi nel 2020.

Ritardi di produzione dovuti alla pandemia: Pattinson positivo al COVID-19

La Warner Bros. afferma che le posticipazioni sono dovute a ritardi di produzione.

Dopo le chiusure obbligatorie a marzo a causa della pandemia, diversi film di Hollywood hanno avuto presto il via libera per iniziare nuovamente le riprese: ma ci sono stati numerosi intoppi nel processo.

Ad esempio, “The Batman” ha dovuto sospendere le riprese nel Regno Unito pochi giorni dopo il ritorno in produzione perché Pattinson è risultato positivo al Coronavirus. ha avuto l’autorizzazione a tornare a lavorare alla fine di settembre.

L’imminente sequel di “Matrix“, d’altra parte, è stato completato prima del previsto.

Gravi disagi per i proprietari dei cinema: possibili nuove chiusure dei cinema

Per i proprietari di cinema, la mancanza di nuovi prodotti per attirare il pubblico è devastante.

Quasi il 70% dei cinema statunitensi ha ripreso le operazioni da marzo, escluse le sedi di New York e Los Angeles.

Ma con vendite di biglietti inferiori alle aspettative, molte località si trovano ad affrontare la possibilità di dover chiudere di nuovo.

Già Cineworld, la società che possiede la catena di cinema Regal, ha annunciato l’intenzione di chiudere i cinema negli Stati Uniti e nel Regno Unito.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *