Eco Del Cinema

LOVERS FF: Inizia il conto alla rovescia della più antica rassegna cinematografica LGBTQI+ d’Europa

Sta per partire la più antica rassegna cinematografica dedicata al cinema LGBTQI+ di tutta Europa, al Museo del cinema di Torino e prenderà il via con una anteprima il 18 marzo, mentre la rassegna stampa prenderà vita il prossimo 5 Aprile. Scopriamo nello specifico cosa offrirà il LOVERS FF.

LOVERS FF: un’anticipazione sul festival del cinema LGBTQI+

Il programma previsto per il LOVERS FF (ovvero “Film Festival degli amanti”, potremmo tradurlo) comprenderà circa 60 titoli tra lungometraggi, documentari e cortometraggi provenienti da tutto il mondo. Tre le sezioni competitive principali: _All The Lovers_, concorso internazionale lungometraggi; _Real Lovers_, concorso internazionale documentari e _Future Lovers_, concorso internazionale cortometraggi.

Il 18 marzo esordirà l’anteprima del nuovo film di Giuseppe Fiorello, con la presenza in sala della direttrice del Festival, Vladimir Luxuria, dal titolo “Stranizza d’amuri”, ambientato nella Sicilia del 1982.

Non mancherà un omaggio al compianto Maurizio Costanzo, sceneggiatore del film di Ettore Scola, “Una giornata particolare“, che vedeva Marcello Mastroianni protagonista – accanto a Sophia Loren – di un omosessuale non dichiarato, nell’Italia fascista.

Inoltre, una giuria di giovani studenti assegnerà poi il premio Young Lovers – Matthew Shepard scegliendo un film del concorso internazionale lungometraggi. Verrà assegnato un premio speciale dedicato a Giò Stajano che Lovers, da un’idea dello scrittore Willy Vaira e di Claudio Carossa, dedica alla memoria di Giò Stajano, una delle figure più importanti e significative della cultura LGBTQI italiana. Il premio Torino Pride, verrà assegnato dal Coordinamento Torino Pride, in collaborazione con l’associazione Amiche e amici della cultura e del Festival del Cinema LGBT, a un film che rappresenti al meglio la lotta e la militanza della comunità LGBTQI+.

Ultimo, ma non ultimo, sarà assegnato il premio Riflessi nel Buio, dedicato a un film realizzato in un Paese dove la condizione omosessuale è un pericolo e un rischio a volte per la vita.

Articoli correlati

David M. Scortese

David M. Scortese

Appassionato di cinema fin dall'adolescenza, studia recitazione teatrale e cinematografica, è attivo in teatro e in opere audiovisive, cortometraggi e prodotti per il web.

Condividi