Locarno Film Festival: annullata la 73sima edizione

Il Consiglio direttivo del Locarno Film Festival ha annunciato con enorme rammarico l’annullamento di Locarno73, a causa dell’impossibilità a svolgere la manifestazione nella sua regolare forma.

Locarno Film Festival 2020: For the Future of Films

Locarno Film Festival 2020 news

A causa dell’emergenza sanitaria e delle direttive delle autorità federali relative ai grandi eventi non è possibile realizzare un’edizione del Locarno Film Festival incentrata sull’incontro e sulla condivisione degli spazi.

Constatata dunque l’inattuabilità delle manifestazione, il Consiglio direttivo e il Consiglio di amministrazione del Locarno Film Festival, presieduto da Marco Solari, hanno lanciato Locarno 2020 – For the Future of Films, un’iniziativa a sostegno del cinema d’autore indipendente.

Purtroppo la manifestazione non potrà essere impreziosita dai luoghi fisici, come la splendida Piazza Grande, o proporre la consueta selezione di film in prima visione. Si è perciò deciso di sostenere l’industria cinematografica internazionale e svizzera, che sta vivendo come molti altri settori una profonda crisi, con un’idea alternativa al classico festival cinematografico.

Locarno 2020 – For the Future of Films cercherà di fornire un supporto alle sale cinematografiche e al cinema indipendente d’autore, proponendo al pubblico e agli addetti ai lavori dell’industria della Settima Arte contenuti speciali su diverse piattaforme o proiezioni fisiche in assoluta sicurezza, qualora l’emergenza diminuisca.

Un Festival presente al di là della manifestazione fisica

Secondo quanto affermato da Marco Solari, Presidente del Locarno Film Festival, la Direzione artistica e la Direzione operativa, in stretta collaborazione con il Consiglio direttivo, considerando i rischi sanitari che si possono correre anche per incontri tra meno di mille persone, ha stabilito all’unanimità di rinunciare alla manifestazione fisica, confermando tuttavia la presenza del Festival con un progetto atto a realizzare attraverso una nuova forma, su altri palcoscenici e piattaforme, i valori che hanno dato identità alla sua decennale storia”.

Locarno 2020 interagirà con gli autori costretti a fermare i lavori per le proprie opere, conferendo dei Pardi speciali e altri riconoscimenti alle produzioni cinematografiche internazionali e svizzere (in collaborazione con Swiss Films) immobilizzate dall’emergenza coronavirus.

Lili Hinstin, direttrice artistica di Locarno73, ha affermato che il Festival deve essere a servizio dei film e le anteprime online ad agosto non sarebbero adeguate a farlo. Essere un trait d’union fra i film, l’industria e il pubblico, come sempre ha voluto la kermesse, è possibile concependo un progetto coerente, in linea con l’identità del Festival, all’insegna della solidarietà, affinchè possa essere d’utilità per il pubblico e i registi in difficoltà.

Locarno 2020 è realizzabile grazie alla collaborazione tra istituzioni e partner privati sensibili nei confronti del Festival e del cinema d’autore, nonostante la difficoltà del momento.

Tra i partner pubblici figurano il Cantone Ticino con Swisslos, l’Ufficio federale della cultura – UFC, la Direzione dello sviluppo e della cooperazione – DSC del Dipartimento federale degli affari esteri DFAE, la Città e la Regione di Locarno, mentre tra quelli privat: i Main partner UBS, la Mobiliare, Manor, Swisscom, il Destination partner Ascona-Locarno Turismo e il Media Partner SSR/RSI.

Raphaël Brunschwig, direttore operativo, ha ringraziato tutti i partner, confermando la presenza di un team motivato, volto a  valorizzare le opportunità che ha portato questa situazione di crisi. “Lo sguardo è rivolto a dare continuità alla manifestazione e alle sue sfide future, che saranno ancora più complesse dopo questo anno difficile”.

Andrea Racca

29/04/2020

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *