L’amica geniale: una grande produzione al lavoro

Ecco le prime immagini della serie tv “L’amica geniale”, tratta dal primo libro della quadrilogia di Elena Ferrante diretta da Saverio Costanzo.

L’amica geniale: le prime immagini di Elena e Lila

L'amica geniale protagoniste

Da sinistra Elisa Del Genio nei panni di Elena e Ludovica Nasti in quelli di Lila (Foto di Eduardo Castaldo)

Finalmente “L’amica geniale”, primo di quattro romanzi di successo scritti da Elena Ferrante, inizia a prender corpo sullo schermo come serie HBO-RAI Fiction e TIMVISION, diretta da Saverio Costanzo (“Private”, “La solitudine dei numeri primi“, “Hungry Hearts“) .

Le prime immagini ufficiali ci mostrano le due protagoniste da bambine, interpretate rispettivamente dalle esordienti Elisa Del Genio (Elena) e Ludovica Nasti (Lila), e da adolescenti con il volto di Margherita Mazzucco (Elena) e Gaia Girace (Lila).

La serie, per la quale  l’autrice Elena Ferrante partecipa al soggetto e alla sceneggiatura insieme a Francesco Piccolo, Laura Paolucci e Saverio Costanzo, è divisa in otto episodi, le cui riprese si stanno svolgendo in questo momento a Caserta. Per l’occasione sono stati scelti oltre 150 attori e 5.000 comparse, dopo un casting durato ben otto mesi, nel corso del quale sono stati fatti provini a quasi 9.000 bambini e 500 adulti, tra attori professionisti e non.

Grande il lavoro della troupe tecnica che vede impegnate ben 150 persone per la ricostruzione del Rione in cui prende corpo la storia di Lila e Elena, per il quale sono stati utilizzati ben 20.000 metri quadrati di set realizzati, in più di 100 giorni di lavorazione, che ospitano 14 palazzine, 5 set di interni, una chiesa e un tunnel. Imponente anche il lavoro sui costumi che saranno circa 1.500, tra realizzazioni originali e di repertorio.

Sono impegnati alla produzione della serie “L’amica geniale” Lorenzo Mieli e Mario Gianani per Wildeside, Domenico Procacci per Fandango in coproduzione con Umedia Production, mentre Jennifer Schuur figura come produttore esecutivo.

L’amica geniale: un’amicizia lunga sessant’anni

L'amica geniale serie tv

Da sinistra Gaia Girace nei panni di Lila e Margherita Mazzucco in quelli di Elena (Foto di Eduardo Castaldo)

“L’amica geniale” è il racconto dell’amicizia tra Elena Greco e Raffaella Cerullo, che copre circa sessant’anni di storia. Quando Elena, ormai anziana, scopre che Raffaella – da lei sempre chiamata Lila – è scomparsa, decide di scrivere i percorsi che l’hanno unita e divisa da Lila, con la quale ha avuto un rapporto al limite dell’ossessione in una Napoli piena di pericoli, ma comunque affascinante.

La trama si snoda a partire dai primi incontri tra le due bambine nel rione in cui vivono, abitato da gente povera – una carrellata di personaggi ben delineati nel romanzo – che deve render conto ai prepotenti e malavitosi della zona. Elena e Lila, fin dalla prima elementare, mostrano un’ottima predisposizione per lo studio, ma mentre Elena, tra mille difficoltà, riesce a portare avanti con impegno il progetto di emanciparsi e allontanarsi dalla miseria, Lila, impossibilitata a proseguire gli studi, si crea una sua realtà all’interno del nucleo sociale in cui è cresciuta.

Elena si fa portavoce dunque di una relazione di odio e amore, in cui l’una è per l’altra l’amica geniale, capace tuttavia di divenire anche la peggiore nemica.

Giulia Sessich

15/03/2018

 

 

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *